Annuncio
Annuncio

L'ennesima tragedia di cui non si vorrebbe mai avere notizia si è verificata nelle scorse ore nella provincia di Salerno, precisamente nel piccolo comune di Angri. La vittima è l'appena diciannovenne Mario Di Napoli, che è stato stroncato improvvisamente da un infarto fulminante mentre si trovava nella propria abitazione in via Monte Taccaro. Secondo quanto si apprende dai media locali, in particolare dal sito de Lacittàdisalerno.it, infatti, a provocarne la sua prematura scomparsa potrebbe essere stato proprio un arresto cardiaco. Nel momento in cui i genitori hanno ritrovato il ragazzo privo di conoscenza, hanno subito lanciato l'allarme nei confronti del personale del pronto soccorso, giunto sul posto repentinamente senza riuscire a fare nulla di concreto per salvarlo.

Annuncio

Tragedia a Salerno: stroncato da un infarto a soli diciannove anni

Stando a quanto si apprende, infatti, i medici e i paramedici presenti hanno subito tentati le operazioni di rianimazione per diversi minuti, ma purtroppo il giovane Mario non si è più risvegliato. Una scena straziante che si è consumata tra la disperazione dei suoi familiari e dei vicini di casa, accorsi dopo aver udito il suono delle ambulanze. Pare che il giovane soffrisse di problemi cardiaci da tempo e per questa ragione era tenuto sotto controllo. Nessuno però si sarebbe atteso un epilogo del genere. Sul luogo del terribile accaduto sono intervenute anche le forze dell'ordine e con tutta probabilità dovrebbe essere effettuato l'esame autoptico sul suo corpo, per chiarire definitivamente quanto accaduto.

Annuncio

Tanti i post apparsi sui social a seguito della morte di Mario

A seguito della scomparsa del diciannovenne Mario Di Napoli, sono state tantissime le persone che si sono recate nei pressi dell'ospedale nel quale è stato trattenuto, per mostrare vicinanza ai familiari della vittima. Dopo pochi istanti dal decesso, anche il primo cittadino Cosimo Ferraioli ha mandato un messaggio di cordoglio, scrivendo che la scomparsa del giovane ha provocato un dolore immenso e che da genitore è molto vicino alla famiglia. Anche i suoi amici, soprattutto attraverso i social network, hanno pubblicato decine e decine di messaggi per dare un ultimo saluto al ragazzo. L'amministratrice del gruppo su Facebook 'Sei di Angri se', in segno di lutto, ha scritto che la più alta forma di rispetto rimane il silenzio e che proprio per questo motivo la bacheca della pagina è stata chiusa fino a domenica 3 febbraio, concludendo il messaggio con un semplice ma eloquente 'Riposa in pace piccolo uomo'.

Annuncio