Domani, lunedì 25 marzo, sarà un lunedì nero per chi deve viaggiare in aereo. Nelle scorse ore, infatti, è stato confermato lo sciopero nazionale di quattro ore (dalle 10 del mattino alle 2 del pomeriggio) proclamato da piloti e assistenti di volo aderenti a varie sigle sindacali (che hanno anche organizzato un presidio a Roma). Almeno 100 i voli cancellati.

Sciopero nazionale

Quello di domani sarà uno sciopero unitario che creerà non pochi disagi a chi deve prendere un aereo. Proclamato da diversi sindacati (Federazione Italiana Lavoratori Trasporti CGIL, Fit Cisl, Ugl Trasporto Aereo e Filt Cgil Uiltrasporti) vedrà incrociare le braccia assistenti di volo e piloti iscritti ad Anpav e Anpac. La protesta coinvolgerà anche tecnici della manutenzione, il personale di terra delle diverse compagnie aeree e gli addetti al Catering, all'Handling e alle gestioni aeroportuali.

Pubblicità

In programma, anche un presidio nella Capitale, di fronte al ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Come spiegato in una nota diramata dalle stesse associazioni di categoria, alla base di questo sciopero vi è l'attuale situazione della legislazione volta a regolare il settore del trasporto aereo. Una normativa che, incentivando una competizione ritenuta "spinta" tra le diverse compagnie, ha creato una situazione che si è "scaricata" sui lavoratori attraverso la diffusione di forme estreme del cosiddetto dumping contrattuale.

La situazione occupazione del trasporto aereo (da sempre considerato strategico) hanno sottolineato i sindacati, "è estremamente grave". Sopratutto se si considera il "caso Alitalia"; sebbene si sia giunti all'ultimo atto dell'amministrazione straordinaria, non si sono, infatti, superate le numerose criticità e ancora molti lavoratori sono in cassa integrazione in attesa di una soluzione certa.

Il segretario Filt Cgil Fabrizio Cuscitto, ha aggiunto che lo sciopero, però non vuole essere una protesta nei confronti della gestione dei commissari straordinari Alitalia.

Pubblicità

Ricordiamo che, sempre domani, incroceranno le braccia, per 24 ore, il personale navigante Air Italy. La compagnia, però, ha comunicato che saranno istituite delle "fasce garantite": dalle ore 07.00 alle ore 10.00 e dalle ore 18.00 alle ore 21.00.

I voli cancellati

Come è facile immaginare, molti voli, sia nazionali che internazionali, in programma lunedì 25 marzo saranno cancellati e per migliaia di passeggeri sarà una vera "giornata di passione".

Dal sito ufficiale di Alitalia sarà possibile verificare se il proprio volo è stato cancellato o meno: per il momento, resteranno a terra 97 aerei.

La compagnia di bandiera, al fine di limitare i disagi, ha invitato i passeggeri a consultare, prima di recarsi in aeroporto, lo stato del proprio volo (anche telefonando al numero verde 800.65.00.55 o, per chi è all'estero, al numero +39.06.65649) e ha attivato un "piano straordinario" che prevede la possibilità di ri-prenotare il volo cancellato su un aereo più capiente, nella stessa giornata.

In caso di cancellazione - o in caso di modifica dell'orario - si potrà comunque cambiare la propria prenotazione senza incorrere in alcuna penale o, in alternativa, chiedere il rimborso (entro e non oltre il primo aprile).