In viaggio da Livorno verso Golfo Aranci con sei chili di cocaina, purissima, e anche eroina. Il tutto in compagnia della figlioletta di 5 anni e della madre della bimba. B.O. 43enne di origini albanesi ma residente in Emilia Romagna, è stato arrestato ieri mattina dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile del Reparto Territoriale di Olbia, con la pesante accusa di “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti”, si legge nel verbale messo nero su bianco dai militari.

Pubblicità
Pubblicità

La compagna e madre della bimba di 5 anni, N.A, 38 anni, di origini rumene, è stata invece denunciata. L’uomo, dopo tutti i controlli di rito, è stato rinchiuso in una cella del carcere sassarese di Bancali. In attesa di essere sentito dal magistrato di turno che si occuperà del caso. La droga sequestrata, di qualità purissima, una volta tagliata e immessa nel mercato illegale degli stupefacenti, avrebbe potuto fruttare più di un milione e mezzo di euro.

Pubblicità

Tradito dal nervosismo

Come spesso accade i Carabinieri della Compagnia di Olbia, anche la scorsa mattina, stavano effettuando i soliti controlli di routine al porto di Golfo Aranci, dando un’occhiata alle auto che sbarcavano dal traghetto proveniente da Livorno. Tra le tante vetture sbarcate con i passeggeri però sono rimasti colpiti da una in particolare. L’uomo alla sua guida infatti, nonostante fosse in compagnia della figlioletta e della madre della bimba, alla vista dei Carabinieri che controllavano le altre autovetture ha dato segni di nervosismo.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera

Per questo motivo i militari, insospettiti, hanno deciso di fermarlo e dare un’occhiata alla macchina nella quale viaggiava, insieme alla compagna e alla figlioletta. Un controllo normalissimo che però ha fatto andare in tilt B.O, che stava alla guida. Quando i Carabinieri si sono infatti avvicinati all’auto, l’uomo ha dato evidenti segni di nervosismo che hanno spinto i militari a controlli più approfonditi.

Il nascondiglio

In particolare i Carabinieri hanno notato che nella parte destra del cruscotto dell’auto, proprio dove ci dovrebbe essere l’airbag del passeggero, la plastica aveva delle anomalie. Per questo motivo, dopo aver informato i passeggeri dell’auto, hanno deciso di approfondire i controlli e hanno portato i tre insieme alla vettura nella caserma del reparto territoriale di Olbia. Qui, con l’aiuto di alcuni esperti meccanici, hanno smontato letteralmente il cruscotto e nel vano dell’airbag del passeggero, hanno avuto una sorpresa.

Pubblicità

Al suo interno hanno infatti trovato sei chili di cocaina purissima e anche 16 grammi di eroina. A quel punto i Carabinieri hanno stretto le manette ai polsi a B.O. che si dovrà trovare un buon avvocato che lo difenda dalla pesante accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto