Una brutta notizia giunge dall'ospedale di Cremona, dove un giovane mamma calabrese è tragicamente deceduta dopo alcuni giorni di agonia.

La donna sarebbe morta a causa di una meningite fulminante: nonostante il personale medico abbia tentato di fare il possibile per salvarla, per lei non c'è stato nulla da fare. Le sue condizioni di salute si sono infatti aggravate con il trascorrere dei giorni. La donna lascia tre figli minorenni e il marito, i quali sono stati tutti sottoposti a profilassi antibiotica in via precauzionale.

La meningite causa la morte di una giovane mamma di origine calabrese

Si chiamava Rita Mellace e aveva 34 anni la giovane mamma calabrese, residente nel comune di Viadana in provincia di Mantova, che nella giornata di domenica, è tragicamente deceduta dopo essersi ammalata di meningite.

Le notizie che giungono dalla città lombarda risultano essere ancora frammentarie, ma pare che la 34enne nella giornata di mercoledi si sia sentita male e quindi è stata trasportata d'urgenza presso l'ospedale Maggiore di Cremona, dove è stata immediatamente ricoverata.

Le sue condizioni di salute si sono presentate subito come molto gravi ai medici. Il personale sanitario ha tentato di fare il possibile per poterla salvare, ma purtroppo, nonostante i diversi tentativi effettuati per poterla salvare, non c'è stato nulla da fare e nella giornata di domenica il suo cuore ha smesso di battere.

La 34enne era originaria del comune di Isola Capo Rizzuto, in provincia di Crotone.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera

Nella giornata di ieri il suo corpo è stato trasferito proprio nel comune calabrese per i funerali. La donna lascia il marito di 37 anni e i figli rispettivamente di 17, 13 e 5 anni.

L'Ats Valpadana ha avviato un'operazione di profilassi antibiotica che ha coinvolto i tre figli e il marito. Inoltre, sempre l'Ats Valpadana, ha specificato che gli alunni delle classi frequentate dai figli, così come tutti coloro che hanno avuto contatti con i familiari, non sono a rischio, e pertanto non saranno soggetti a profilassi antibiotica.

È stato comunque avviato un periodo di sorveglianza della durata di dieci giorni.

Chi ha avuto modo di conoscere la giovane mamma la ricorda come una donna semplice e solare, molto affezionata alla sua famiglia. La notizia della sua morte lascia sgomenti e increduli gli abitanti di Isola Capo Rizzuto.

La meningite è un'infiammazione che colpisce le meningi, cioè quelle membrane che hanno il ruolo di racchiudere e proteggere il cervello e il midollo spinale.

La forma fulminante di questa patologia è abbastanza rara, ma purtroppo molto grave e in alcuni casi risulta essere letale, come accaduto appunto alla 34enne.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto