Drammatico incidente nella notte tra sabato 4 e 5 domenica gennaio a Lutago (frazione del comune di Valle Aurina, in provincia di Bolzano). Un'auto che viaggiava a velocità elevata ha investito una comitiva di giovani turisti tedeschi: sono stati sei i morti e 11 i feriti. L'investitore, un ragazzo di 28 anni, è risultato positivo all'alcol test ed è già stato arrestato per omicidio stradale e per lesioni.

Il tragico incidente nella notte

Secondo quanto ricostruito finora, l'incidente è avvenuto poco dopo l'una di notte a Lutago (non lontano da Brunico), nei pressi dell'Hotel Post di Via Aurina, Un'auto, guidata da un 28enne residente a Chienes (piccolo centro della val Pusteria, sempre in provincia di Bolzano) è piombata a grande velocità, su una comitiva di giovani turisti tedeschi (arrivati in valle per trascorrere la settimana bianca) che, in quel momento, si trovava sul ciglio della strada.

I ragazzi, tutti provenienti dalla Germania settentrionale, avevano trascorso la serata in una discoteca della zona e stavano aspettando di poter salire sul pullman che li avrebbe dovuti riportare al loro albergo. Il bilancio è stato drammatico: sei morti ed 11 feriti (tre di questi ricoverati in gravissime condizioni, una donna, in particolare, è stata trasportata in elicottero in Austria, alla clinica universitaria di Innsbruck).

Il conducente dell'auto, secondo quanto emerso finora, aveva un tasso alcolemico molto elevato (superiore al limite stabilito dal Codice della Strada che, ricordiamo, è di massimo 0,5 g/litro).

L'automobilista, accompagnato all'ospedale di Brunico per accertamenti è già stato arrestato. L'accusa di cui dovrà rispondere è omicidio e lesioni stradale.

Lo sgomento del governatore Kompatscher

Immediate, ma difficoltose, le operazioni di soccorso. Le autorità, infatti, hanno dovuto attivare il livello di allerta numero 5 e sono state chiamati ad intervenire d'urgenza otto medici, i carabinieri dei vicini comandi, il soccorso alpino della Valle Aurina, l’elicottero Aiut Alpin Dolomites, alcuni equipaggi della della croce bianca e rossa, i vigili del fuoco volontari di Lutago, di San Giovanni, di Valle Aurina e di Cadipietra ed vigili del fuoco del corpo in servizio permanente di Bolzano.

In considerazione della gravità dell'accaduto, è stato organizzato anche un servizio di assistenza spirituale e psicologica. Inoltre, è stata attivata una "hotline" per fornire assistenza e informazioni ai parenti delle vittime rimasti in Germania

Sul posto sono subito arrivati anche il sindaco della cittadina, Helmut Klammer e il referente della Protezione Civile Markus Gartner. Arno Kompatscher, presidente della Regione autonoma del Trentino-Alto Adige (ed esponente della Südtiroler Volkspartei), nelle scorse ore è intervenuto nella conferenza stampa relativa al drammatico incidente di Lutago.

"É una tragedia per l'intera valle- ha commentato sgomento - siamo tutti senza parole".

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!