Il mondo dello sport piange la prematura scomparsa di Kobe Bryant, star del Basket mondiale. L'uomo, di appena 41 anni, ha perso la vita dopo esser precipitato con il suo elicottero privato. Secondo quanto riporta il sito 'TMZ', nello schianto sarebbero morte almeno altre quattro persone. Kobe è stato uno dei giocatori più amati nell'intera storia della NBA (massima serie del basket Usa). L'intera sua carriera è avvenuta nei Los Angeles Lakers, squadra della città di Los Angeles. Con essa il cestista ha vinto ben cinque campionati di NBA: nel 2000, 2001, 2002, 2009 e 2010.

L'uomo ha perso la vita in un incidente in elicottero

Bryant sarebbe morto in seguito alla caduta del suo elicottero privato a Calabasas, in California. Il tutto è avvenuto alle ore 10:00 di mattina (ora locale), ovvero alle 19:00 in Italia. Nello schianto ci sarebbero anche altre vittime (altre quattro, oltre a Kobe) ma non la moglie Vanessa Bryant che non si sarebbe trovata a bordo. L'elicottero, una volta precipitato, avrebbe preso fuoco e non ci sarebbe alcun sopravvissuto. A confermare l'incidente è anche la polizia della contea di Los Angeles che fornisce dettagli di un elicottero precipitato che ha causato almeno cinque vittime ma non conferma (né smentisce) se la star della pallacanestro statunitense sia coinvolta.

Le autorità invitano le persone a evitare la zona fino a nuove indicazioni. La morte della stella del basket viene annunciata anche dal 'Los Angeles Times', che cita fonti della polizia.

Kobe Bryant, una carriera che gli è valso il titolo di leggenda

Con la morte di Kobe Bryant il mondo del basket mondiale perde una vera e propria leggenda. L'esordio in NBA risale al 1996, quando affrontò i Minnesota Timberwolves senza segnare nemmeno un punto.

Ben presto, però, tutte le qualità dell'allora giovane atleta vennero fuori: nella stagione 1999-2000 Kobe vinse con i suoi Los Angeles Lackers il suo primo titolo NBA, cosa che poi riuscì a ripetere nelle due stagioni successive. Numerosi sono i record che il cestista ha segnato nel corso della sua carriera: fra gli altri è colui che ha segnato il maggior numero di tiri da tre in un tempo e che ha effettuato più canestri negli All Star Game.

È inoltre l'unico giocatore nella storia della NBA ad aver segnato 60 punti nella sua ultima partita da professionista. Kobe, nel corso della sua carriera (conclusasi con il ritiro nel 2016), ha vinto anche due ori olimpici con la maglia degli Stati Uniti: una a Pechino 2008 e l'altra a Londra nel 2012. Nel 2018 Kobe vinse anche un Premio Oscar insieme al regista e animatore Glen Keane nella categoria di miglior cortometraggio d'animazione grazie alla pellicola Dear Basketball (che è stato ispirato proprio dalla lettera di addio al basket che ha scritto lo stesso Kobe).

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la pagina Basket
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!