Il virus che sta facendo tremare tutto il mondo e in particolar modo la Cina si chiama Coronavirus e sarebbe della stessa famiglia della Sars. I sintomi sono alterazione, tosse e difficoltà respiratorie. All'inizio la patologia sembra una semplice influenza, ma poi si aggrava rapidamente fino a causare problemi respiratori e polmonari gravi.

I ricercatori stanno lavorando sulla sequenza genetica del virus per capirne di più. Nel frattempo a Wuhan, epicentro del virus, stanno costruendo un ospedale che possa contenere mille posti letto.

I lavori vanno avanti incessantemente, in un'area che doveva essere destinata ad un centro vacanze. La struttura sarà pronta in soli 10 giorni.

Coronavirus, confermati i primi tre casi in Europa

Il bilancio delle vittime sale a 41, mentre gli infetti confermati sono 1287. Tra i morti anche un medico di 62 anni di nome Liang Wudong. L'uomo stava lavorando presso l'ospedale Hubei Xinhua per sconfiggere il virus che sta spaventando il mondo intero. Per tentare di circoscrivere il Coronavirus le autorità cinesi hanno eseguito una misura di quarantena di dimensioni mai viste prima.

Il cordone sanitario è stato esteso a 56 milioni di persone e 1230 dottori - tra questi anche coloro che nel 2003 hanno lottano in prima linea contro la Sars - sono stati inviati a Wuhan per tenere a freno il virus.

Sono stati confermati i primi tre casi in Europa, in Francia. Gli aeroporti di tutto il mondo si stanno mobilitando per controllare tutti i passeggeri in arrivo dalla Cina con particolari scanner in grado di rilevare immediatamente la temperatura corporea.

Anche in Australia è stato confermato il primo caso di Coronavirus, in Malaysia i primi tre e negli Stati Uniti i primi due. Gli infetti si trovano tutti in isolamento. Le morti al momento sono state registrate solo in Cina, ma ci sono contagiati anche in Giappone, Corea del Sud, Thailandia, Vietnam, Singapore, Taiwan e in Nepal.

I social cinesi: 'Sembra la fine del mondo'

In Cina sono stati annullati i festeggiamenti per il Capodanno lunare e chiuse alcune sezioni della Grande Muraglia e il Shanghai Disney Resort, oltre che la Città proibita.

Fermate anche tutte le attività di uscita o di entrata da Wuhan. Troncati i collegamenti aerei, ferroviari e le autostrade. Sui social network cinesi si legge: 'Sembra la fine del mondo'. A Pechino le persone che girano con la mascherina si sono moltiplicate e l'editoriale del tabloid pechinese Global Times titola 'Salute to Wuhan citizens for their sacrifice', cioè 'Onore ai cittadini di Wuhan per il loro sacrificio'.

Coronavirus, la ricerca: 'Vaccino entro tre mesi'

Secondo uno scienziato dell'Università di Glasgow il virus non avrebbe nulla a che fare con i serpenti, ma sarebbe trasmesso all'uomo dai pipistrelli e sarebbe della stesa famiglia della Sars.

Secondo fonti di Tgcom24 il virus potrebbe non essere partito dal SeeFood Market come si presupponeva, ma da un laboratorio che dopo l'incubo della Sars si occupa di studiare le malattie infettive, la loro origine e diffusione. Anthony Stephen Fauci, il direttore dell'Istituto nazionale per le allergie e le malattie infettive del National Institutes of Health, ha dichiarato che un vaccino contro il Coronavirus potrebbe essere testato in meno di tre mesi.

Segui la nostra pagina Facebook!