Un forte Terremoto ha colpito, nella mattinata italiana del 7 gennaio, Puerto Rico. La magnitudo del sisma è di 6.7 della scala Richter. Secondo quanto riferito dal centro di monitoraggio Tsunami del Pacifico è stata segnalata una piccola onda anomala nel sud del Paese. Al momento non si conosce ufficialmente la situazione sull'Isola, anche se dalle prime immagini su Twitter pare che vi siano stati numerosi danni, specie nel sud della nazione.

Allerta Tsunami, nel nord del Paese hanno suonato le sirene di allarme

Secondo quanto riferito da Mirror, in Camuy, cittadina del nord della Costa Rica, subito dopo il sisma avrebbero risuonato le sirene di allarme tsunami e i cittadini avrebbero lasciando le loro abitazioni. La scossa di terremoto ha avuto epicentro in mare e ha avuto una profondità di soli 4 miglia, corrispondenti a circa 7 km. Secondo il primo bollettino pubblicato dal centro di controllo Tsunami del Pacifico ("Pacific Tsunami Warning Center"), vi era la possibilità che una piccola onda di tsunami potesse colpire le coste più immediatamente vicine alla zona dell'epicentro.

Al momento, secondo quanto dichiarato dal centro di monitoraggio maremoti dell'Oceano Pacifico sarebbe stato segnalato una piccola onda anomala di 0.02 m che avrebbe colpito la costa meridionale del Paese.

Anche nella giornata di ieri, lunedì 6 gennaio, l'Isola del Centro America è stata colpita da un forte terremoto di magnitudo 5.8; in quel caso non erano stati segnalati danni a persone o a cose.

Terremoto Puerto Rico: su Twitter immagini di danni

Nel mentre le attenzioni sono rivolte maggiormente sul pericolo Tsunami, su Twitter molti cittadini del posto stanno mostrando in questi minuti numerose scene di danni causati dal sisma. In alcune zone della città di San Juan, capitale dell'isola che conta circa 800 mila abitanti, mancherebbe la luce e notizie di Black Out arrivano da tutto il Paese in seguito alla forte scossa.

Nella città di Guanica, situata nella costa sud occidentale dell'Isola e che conta poco più di 9 mila abitanti, vi sarebbero dei crolli, anche di abitazioni. Anche a Yauco, città di 46 mila abitanti posta sempre nel sud-ovest del Paese, sono segnalati crolli e seri danni alle abitazioni. Danni ingenti segnalati anche a Guayanilla: nella cittadina di circa 20 mila abitanti vi sarebbe numerosi crolli, anche se le autorità del posto affermano che per ora non vi sono notizie di vittime. Moltissimi gli abitanti che hanno abbandonato le loro abitazioni per riversarsi nelle strade. Nelle prossime ore è probabile che si possano avere maggiori informazioni: al momento, infatti, nel Paese è notte e il black out potrebbe non permettere di delineare un quadro chiaro della situazione.

Segui la pagina Terremoto
Segui
Segui la pagina Ambiente
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!