Nuovo aggiornamento ufficiale sulla diffusione dell’epidemia di Coronavirus in Italia. Secondo la Protezione Civile, alla data di oggi 21 Marzo 2020, hanno contratto il virus 53.578 persone (6.577 in più rispetto alla giornata di ieri). Aumentano anche i morti 4.825 (ossia 793 in più nelle ultime 24 ore) ed i guariti 6.072 (943 in più rispetto all’ultima rilevazione). I dati riportati da Borrelli raccontano di un’altra terribile giornata, in particolar modo in Lombardia. Ieri sera il Governo ha rilasciato una nuova ordinanza che prevede la chiusura dei parchi, lo stop alle attività sportive e ludiche all’aperto in talune condizioni e vincoli agli spostamenti verso le seconde case nel weekend.

I Governatori delle Regioni e Amministratori locali reclamano regole ancora più stringenti, ma il Governo per il momento ha deciso di muoversi con cautela. Nel frattempo il COVID-19 colpisce duramente anche nel resto d’Europa e nel Mondo, con gli USA che hanno raddoppiato il numero dei positivi in due giorni.

Bollettino aggiornato al 21/03

Il bollettino della Protezione Civile, presentato dal Dott. Borrelli nella giornata di oggi 21 Marzo 2020, riporta 6.557 nuovi casi di Coronavirus nel nostro Paese, per un totale nazionale di 53.578, ed un incremento nel numero di deceduti pari a 4.825 (più 793).

Già giovedì l’Italia aveva superato la Cina per numero di morti, facendo così del nostro Paese la nazione con questo triste primato. Le persone guarite dal Covid-19 sono invece 6.072, ossia 943 in più della giornata di ieri. La Lombardia patisce maggiormente l’impatto dell’epidemia e tocca quota 25.515 malati complessivi (più 3.251); l’Emilia Romagna, raggiunge i 6.705 casi totali, ossia 737 più dell’ultima rilevazione; in Veneto, dopo il nuovo caso a Vo’ Euganeo, i malati salgono a 4.617 per un incremento di 586 da ieri; in Piemonte si registrano 3.752 casi totali, con più 291 nelle ultime 24 ore; pesante la situazione nelle Marche, dove si raggiungono i 2.153 malati totali dall’inizio della crisi a causa dei 172 contagi in più; in Liguria i 215 nuovi casi confermati portano il totale regionale a 1.436; nella regione Campania, dove il governatore De Luca richiama la popolazione al rispetto delle regole, i nuovi casi sono 95 , per un totale di 844; in Toscana i malati di Covid-19 sono 2.012, cioè 219 in più rispetto alla comunicazione di ieri; nelle ultime ore sono cresciuti i casi in Sicilia, più 82 nell’isola e un totale che sale a 490; nel Lazio i contagiati sono 1.190 in totale, con un incremento di 182 rispetto ai numeri di ieri; in Friuli Venezia Giulia il Coronavirus ha infettato un totale di 790 persone, ossia 134 in più rispetto all’ultimo bollettino; anche in Abruzzo si verifica un incremento di casi positivi pari a 80, per un totale di 529 ; in Puglia si registrano 94 nuovi positivi, che si aggiungono ai precedenti per un totale di 675; 67 nuovi malati anche in Umbria, dove il numero totale sale a 462 ; positivi in aumento anche a Bolzano, dove i casi salgono a 621 con i numeri di oggi (più 73); crescita di contagi in Calabria: più 28 rispetto a 24 ore fa e nuovo totale di 235; in Sardegna crescono i casi (più 37) e il loro totale (330); la Valle d’Aosta conta in data odierna 49 casi ed un totale dall’inizio dell’epidemia di 313; Trento raggiunge 782 malati totali a causa dei 140 casi odierni; nel Molise i nuovi positivi sono 11 ed il totale aggiornato sale a 61; infine, anche la Basilicata vede il proprio totale crescere a 66 con 14 nuovi casi in un giorno.

La situazione in Europa e nel resto del mondo

Sono ormai più di 290.000 i casi confermati di Coronavirus in Europa e nel resto del Mondo. I morti hanno superato la drammatica cifra di 12.000 mentre sono quasi 100.000 le persone ricoverate. In Cina, i casi restano stabili intorno a 81.000 e nella giornata di oggi si sono registrate solo poche decine di infezioni. Dietro all’Italia, sale la triste classifica la Spagna: ben 25.000 casi e più di 1300 morti fanno del Paese iberico un nuovo epicentro della pandemia.

Anche la Germania ha superato quota 20.000 casi, con un numero di morti però nettamente inferiore. Salgono in modo repentino i casi negli Stati Uniti, dove New York ha dichiarato lockdown: 20.000 positivi, quasi 300 morti e una tendenza esponenziale alla crescita. Resta molto grave la situazione anche in Svizzera (oltre 6000 casi) e Belgio (2800 casi) con crescite sostenute di positivi nelle ultime giornate.

Segui la nostra pagina Facebook!