A causa dell'emergenza sanitaria per il Coronavirus, in Campania ci sono più di 500 mila persone che hanno bisogno d'aiuto per fare la spesa, ma situazioni così tragiche e diffuse si rivelano anche in Sicilia e Calabria dove sono rispettivamente 354 mila e 283 mila le persone in difficoltà. Però c'è da dire, che anche nel Lazio (263mila) e nella Lombardia (235mila) numerose famiglie hanno bisogno di soldi anche solo per fare la spesa.

Secondo quanto emerso da un'analisi approfondita della Coldiretti sull'emergenza alimentare in Italia, con le misure di prevenzione adottate dallo Stato Italiano per combattere il Covid-19, molte persone hanno perso il lavoro, soprattutto quelle che lo svolgevano saltuariamente e si è creata una situazione ancor più precaria al Centro-Sud.

Infatti, quasi 3 milioni di persone sono costretto a chiedere aiuto per mangiare e spesso ottengono del cibo solo mediante dei pacchi alimentari o andando alle mense.

La situazione è grave soprattutto al Centro-Sud

Ora tramite un'ordinanza della Protezione Civile sono stati destinati ai sindaci dei comuni circa 4 miliardi per aiutare gli italiani che sono più in difficoltà. Proprio in riferimento a ciò, il presidente della Coldiretti, Gennarino Masiello ha chiesto ai primi cittadini di acquistare prodotti italiani e agricoli del territorio e poi dare a chi ne ha più bisogno, buoni spesa, buoni pasto o distribuire direttamente i generi alimentari di prima necessità.

Infatti, secondo Masiello, grazie a questi nuovi incentivi del governo, si potrà aiutare il settore agricolo regionale, che al momento è quello più in difficoltà, soprattutto per il blocco delle esportazioni, ma anche per la chiusura degli agriturismi, le mense, i ristoranti e anche i bar.

Solo in questo modo si potrà aiutare realmente al popolazione e allo stesso tempo, le aziende più in difficoltà.

A Palermo i supermercati sono presidiati dalle forze dell'ordine

Poi, la Coldiretti ha anche sottolineato che le categorie più deboli sono quelle più a rischio, tra cui quelli senza una dimora fissa, gli anziani sopra i 65 anni e i quasi 500 mila bambini che hanno meno di 15 anni, che ricevono aiuti alimentari grazie ad associazioni come la Croce Rossa, la Caritas o il Banco Alimentare.

Inoltre, a Palermo in piena emergenza coronavirus, i supermercati sono presidiati continuamente dalle forze dell'ordine, perché ci sono stati diversi episodi di persone che hanno riempito i carrelli della spesa e poi hanno tentato di scappare via, senza pagare.

In particolare, c'è stato un vero e proprio assalto ai supermercati e molte persone hanno protestato dicendo che hanno fame, ma non hanno i soldi per poter comprare da mangiare.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!