Il paradiso di Tuerredda, la meravigliosa spiaggia del comune di Teulada, nel sud della Sardegna, diventerà a numero chiuso. D’ora in poi infatti nel paradisiaco arenile teuladino, potranno accedere al massimo 1.100 ospiti. Tutto questo per evitare l’affollamento e di conseguenza il rischio di contagio da Covid-19 ma soprattutto per proteggere una delle più belle spiagge della Sardegna. Per mettere in atto tutto questo, il Comune di Teulada ha anche previsto il contributo “volontario” di un euro che servirà all’amministrazione per preservare la bellezza della spiaggia. Parola del sindaco di Teulada, Daniele Serra, che all’agenzia Ansa ha spiegato: “La spiaggia sarà sempre di tutti ma è necessario preservare la meravigliosa Tuerredda.

Per questo motivo in tanti saranno felici di contribuire alla nostra idea. Sarà un contributo per proteggere un tesoro di tutta la Sardegna”. A controllare gli accessi alla spiaggia sarà il personale del Comune di Teulada che avrà il compito di regolare l’afflusso all’arenile e di conseguenza di stabilire il numero massimo di bagnanti che ne potranno usufruire.

Numero chiuso

Il primo cittadino del Comune di Teulada ha le idee chiare: “La scelta di effettuare il numero chiuso non solo servirà a godere della spiaggia nella massima sicurezza. Ma sarà anche necessaria per preservarla e proteggerla. Sarà vietato l’uso della plastica così come non si potrà fumare se non in aeree riservate e ci saranno anche delle regole ben studiate per il commercio ambulante”.

Sicuramente non sarà la solita estate: “Ma noi siamo comunque ottimisti ci aspettiamo un grande afflusso di turisti, soprattutto dalla nostra regione, in particolare nei mesi di luglio e agosto. I sardi devono imparare a riscoprire la propria terra che non ha niente da invidiare ad altre mete. Tuerredda è un’opera d’arte della natura che per questo motivo va protetta.

Non possiamo rischiare di danneggiarla in maniera irrimediabile”. Per mettere in atto tutto questo esiste già il via libera del Consiglio comunale di Teulada, con tanto di delibera approvata dalla Giunta che stabilirà in maniera efficiente l’attivazione del numero chiuso e di conseguenza anche degli orari per usufruire dell’arenile.

Al massimo 1.100 ospiti

Non è stata una scelta semplice ma è stata necessaria per la salvaguardia della spiaggia e della salute dei suoi ospiti: “Non era possibile aumentare il numero di ospiti – ha dichiarato ancora il sindaco Serra – 1.100 persone sono diciamo il tetto massimo per non creare un carico antropico. Insomma era necessario regolamentare gli accessi al litorale sia per una questione di sicurezza per i bagnanti, sia per preservare il territorio di Teulada”. Nei prossimi giorni l’amministrazione comunale posizionerà tutta la cartellonistica informativa e con ogni probabilità sarà pure disponibile un’applicazione che permetterà all’utente di sapere in tempo reale il numero di posti disponibili in spiaggia.

“La limitazione dei posti in spiaggia parte dall’esigenza di evitare assembramenti e quindi rischi per la salute dei bagnanti. Stiamo vivendo un particolare periodo che dovrà essere affrontato nei migliori dei modi”.

Segui la pagina Ambiente
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!