Un barbiere di Napoli, Vito Simeoli, è stato ferito con delle forbici da un giovane cliente di 29 anni. L'episodio si è verificato intorno alle ore 13:15 di venerdì 19 giugno. Secondo una prima ricostruzione, il ragazzo è entrato nel salone ma non aveva la prenotazione, necessaria in questa fase 3 dell'emergenza sanitaria provocata dal coronavirus. Anche i barbieri infatti devono rispettare le rigide norme di sicurezza imposte dalla pandemia per non creare assembramenti nei locali. Non vedendosi servito, il 29enne ha reagito male: una volta afferrate le forbici, si è scagliato contro il professionista, che è rimasto ferito.

Il barbiere è stato già dimesso dall'ospedale

Immediatamente sono scattati i soccorsi. Sul posto è giunta un'ambulanza del 118, che ha trasportato il barbiere presso l'ospedale Vecchio Pellegrini. Qui i sanitari gli hanno prestato tutte le cure del caso: per lui ci sarà una prognosi di 15 giorni. Per Vito Simeoli non ci sono poi state ulteriori conseguenze fisiche e adesso sta bene. L'uomo infatti è stato già dimesso dall'ospedale. Il fatto di cronaca si è verificato in via San Pasquale, nel rione Chiaia, una zona molto frequentata del capoluogo partenopeo. Le indagini sono state affidate ai carabinieri di Napoli centro che vogliono vederci chiaro su quanto è accaduto. Simeoli è molto noto a Napoli e proprio durante il lockdown è stato protagonista di alcuni video tutorial sulla pagina social del suo salone.

Per ragioni di riservatezza, ma anche per la delicatezza della vicenda, le generalità del ragazzo che ha aggredito il barbiere non sono state rese note. Secondo quanto ricostruito da Fanpage, il professionista non ha denunciato il 29enne, in quanto sarebbe già una persona problematica.

Aggressore sottoposto a Tso

La testata giornalistica locale online Napoli Today racconta che il giovane aggressore è stato sottoposto a Tso (Trattamento sanitario obbligatorio) e al momento si trova ricoverato in ospedale. Presso il "Vito Simeoni Saloon" sono giunte quattro volanti dei carabinieri. I militari dell'Arma hanno così eseguito i rilievi del caso in modo da poter raccogliere elementi utili alle indagini.

Il 29enne, fino all'improvvisa aggressione, sembra che stesse aspettando tranquillamente in fila insieme agli altri clienti. Proprio per questo motivo si sta cercando di capire quale sia il reale motivo alla base dell'aggressione. Non è escluso che a breve si possano conoscere ulteriori particolari su quanto accaduto nella giornata di ieri al rione Chiaia. La notizia di quanto accaduto al barbiere si è diffusa in breve tempo in tutta la Campania.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!