Una bombola contenente gas metano è esplosa in spiaggia intorno a mezzogiorno di ieri, domenica 26 luglio, in località Anfora a Grado (Gorizia). Secondo quanto riportato dai media locali l'incidente è avvenuto mentre una famiglia era intenta a fare una grigliata.

La deflagrazione ha provocato due feriti: si tratta di un 43enne e di un 58enne, entrambi originari di Udine. Uno dei due al momento versa in gravi condizioni ed è stato trasportato in elicottero presso l'ospedale di Trieste. Non si conoscono le cause che hanno provocato l'esplosione della bombola.

Sul posto si è recata la Capitaneria di Porto

Sul luogo del fatto di cronaca sono intervenuti i militari della Capitaneria di Porto di Grado. Una motovedetta si trovava già in mare per i normali servizi di pattugliamento del litorale quando dall'Ufficio circondariale Marittimo è arrivata la richiesta di soccorso. Il battello della Guardia Costiera era impegnato nell'operazione "Mare Sicuro".

Secondo quanto riferisce Trieste Today la famiglia era arrivata sulla spiaggia di Anfora insieme ad alcuni amici per trascorrere una domenica al mare. Immediatamente dopo la richiesta di soccorso il pattugliatore della Guardia Costiera si è recato al Molo Torpediniere per poter prelevare il personale medico, trasportandolo poi sul posto dove è avvenuto l'incidente.

I sanitari hanno quindi prestato le prime cure alle vittime.

La seconda persona rimasta ferita è stata trasportata al Molo Torpediniere, accompagnata dal figlio e dalla moglie. Successivamente, tramite un'ambulanza, è stato portato per i relativi accertamenti medici all'ospedale di Monfalcone.

Sulla vicenda sono ancora in corso le indagini degli investigatori, che vogliono vederci chiaro su quanto successo sul litorale in provincia di Gorizia.

Non è escluso che nelle prossime ore possano esserci ulteriori aggiornamenti.

L'esplosione non ha provocato altri feriti

L'esplosione non avrebbe comunque arrecato altri danni. Solo i due uomini sono rimasti feriti, mentre tutti gli altri partecipanti alla grigliata ne sono usciti illesi.

Quanto avvenuto a Grado non è il primo episodio del genere che si verifica nel nostro Paese.

Lo scorso 25 luglio un'altra bombola di gas era esplosa in un'abitazione a Castellina Marina, in provincia di Pisa. Anche in quest'occasione furono due le persone rimaste ferite, marito e moglie. L'uomo aveva riportato ferite più gravi, per cui era stato trasportato con l'elicottero Pegaso presso l'ospedale di Pisa.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!