Un ragazzo di 28 anni, le cui generalità non sono state diffuse per motivi di privacy, è stato trovato senza vita nella giornata di ieri, lunedì 6 luglio, a Fiumicino, in provincia di Roma. Secondo quanto riferiscono i media locali e nazionali la vittima è stata trovata riversa per strada da alcuni passanti in via Oder, nei pressi del centro Catalani. La gente ha subito allertato i soccorsi, che sono giunti in pochi minuti sul posto segnalato. Quando i sanitari del 118 però sono arrivati per il 28enne non c'era già nulla da fare. Secondo gli investigatori il ragazzo presenterebbe ferite compatibili con una caduta dall'alto e precisamente dal quarto piano della palazzina in cui abitava insieme alla sua famiglia.

Non si esclude alcuna ipotesi

Sul luogo del fatto di cronaca sono giunti anche gli agenti della polizia di stato di Fiumicino competenti per territorio. Al momento chi indaga non esclude alcuna ipotesi: potrebbe essersi trattato di un incidente ma anche di un gesto volontario. A stabilire ciò adesso sarà l'autorità giudiziaria. La macchina dei soccorsi ieri pomeriggio si è messa in moto intorno alle ore 6 del pomeriggio, quando una prima richiesta di aiuto è giunta alla centrale operativa del 118. Sin dai primi rilievi eseguiti dal medico legale si è capito che la vittima non era stata aggredita fisicamente, in quanto non aveva nessun segno di violenza sul corpo. Non ci sarebbero, almeno per il momento, testimoni che potrebbero aver visto la scena e che potrebbero fornire agli inquirenti elementi utili per poter ricostruire l'accaduto.

La notizia del decesso del giovane si è sparsa in breve tempo nella cittadina di Fiumicino, scuotendo il piccolo comune che si trova sul litorale romano. La situazione del ragazzo è apparsa sin dai primi istanti molto grave.

La salma trasferita in obitorio

Adesso la salma del 28enne è stata trasferita in obitorio dove l'autorità giudiziaria effettuerà tutti gli esami del caso.

Come già detto in apertura gli investigatori non escludono nessuna ipotesi: la cosa che appare certa è che il ragazzo abbia fatto un volo di diversi metri prima di finire per strada. Alcuni vicini di casa hanno informato gli inquirenti che al momento del dramma il giovane si sarebbe trovato da solo in casa e che poche ore prima era stato visto con la madre pulire le scale di alcuni condomini, almeno così riferisce la testata locale Canale 10.

Non è escluso che nelle prossime ore possano esserci ulteriori sviluppi su questa vicenda accaduta ieri pomeriggio a Fiumicino. Il ragazzo lascia, oltre alla madre e al padre, anche tre fratelli. La vittima abitava nella scala A dello stesso condominio da cui sarebbe precipitato.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!