Il corpo di una donna è stato rinvenuto sotto l'autostrada che collega Messina a Palermo. Il luogo del ritrovamento corrisponde al punto in cui è stata vista per l'ultima volta Viviana Parisi, la 43enne scomparsa con il figlio Gioele di 4 anni dopo un piccolo incidente stradale. Dopo le prime analisi, il volto risulta irriconoscibile e si indaga per identificare il corpo. Nel messinese è scomparsa anche un'altra donna di 43 anni e le forze dell'ordine lavorano considerando le due piste.

Corpo senza vita nel messinese: Viviana e Gioele erano stati visti l'ultima volta nella zona

Nei boschi di Caronia, nel messinese, è stato ritrovato il corpo senza vita di una donna.

Al momento non è stato possibile per gli inquirenti stabilire l'identità del cadavere, poiché il volto risulta irriconoscibile. Nella stessa zona è stata registrata la scomparsa di Viviana Parisi e del figlio Gioele, ma non sono le uniche persone a risultare scomparse. È stata denunciata, infatti, anche la sparizione di una donna di 43 anni residente a San Lucio, paese distante circa 21 chilometri da Caronia. Le ricerche, quindi, si sono concentrate sulle tre persone scomparse della zona. Grazie al lavoro delle unità cinofile è stato rinvenuto il corpo senza vita sotto l'autostrada Messina- Palermo.

Secondo le prime informazioni, la donna indosserebbe un paio di scarpe bianche e un paio di pantaloncini dello stesso colore.

La Procura sta indagando sulle due sparizioni registrate negli ultimi giorni. Viviana Parisi è scomparsa insieme al figlio di 4 anni, Gioele, lunedì scorso. L'ultima volta in cui i due sono stati visti, si trovavano sull'autostrada nei pressi dei ritrovamento, dopo un piccolo incidente con l'auto. La donna di origini torinesi risiede a Venetico con il marito, Daniele Mondello, noto dj della zona che mercoledì ha postato sui social un appello a sua moglie.

Nel breve video, l'uomo chiede alla donna di tornare a casa, dicendo che non le sarebbe successo niente.

Due donne sono scomparse nel messinese, si seguono le due ipotesi

La squadra mobile di Messina si è subito attivata nelle ricerche, ricostruendo che Viviana ha lasciato nell'auto incidentata il portafogli e la patente.

Il marito, ascoltato in procura, ha raccontato alle forze dell'ordine che il cellulare della donna si trovava a casa e che Viviana soffriva da un po' di tempo di depressione e il suo stato era peggiorato durante il lockdown. Dopo aver preparato il pranzo, lunedì mattina, la donna avrebbe riferito a suo marito che si sarebbe recata a Milazzo con il bambino per acquistare un paio di scarpe. Da quel momento, di Viviana e Gioele non è stata trovata alcuna traccia. Proseguono le indagini dei carabinieri, considerando anche la registrazione di scomparsa della 43enne di San Lucio, per identificare il corpo rinvenuto poche ore fa.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!