Un giovane calabrese di 24 anni è rimasto vittima di un incidente stradale verificatosi in Emilia Romagna tra le province di Piacenza e Parma nella giornata di sabato 14 novembre. Da quanto emerso il giovane si trovava a bordo del suo veicolo quando si è scontrato contro un'altra autovettura. L'impatto tra i due mezzi è stato molto violento e ad avere la peggio è stato proprio il 24enne che è stato trasportato d'urgenza in ospedale. Le sue condizioni di salute si sono ulteriormente aggravate durante la notte ed è deceduto. Altre due persone sono rimaste gravemente ferite e sono state ricoverate in ospedale.

Sull'intera vicenda stanno indagando le forze forse dell'ordine recatesi sul posto.

Giovane calabrese muore in un incidente in Emilia Romagna

Si chiamava Michele Sacchinello e aveva 24 anni il giovane che nella notte di sabato 14 novembre ha perso la vita dopo essere rimasto coinvolto nel pomeriggio in un incidente stradale avvenuto in Emilia Romagna. Il giovane era originario di San Costantino Calabro, un piccolo paesino situato in provincia di Vibo Valentia.

L'incidente si è verificato precisamente sulla strada Salsediana Est che collega Alseno a Salsomaggiore Terme. Da quanto sarebbe emerso, il 24enne stava guidando la sua autovettura, una Alfa Romeo Mito, quando per cause ancora tutte in corso di chiarimento, ha invaso la corsia opposta andandosi a schiantare contro una fuoristrada Land Rover dove stavano viaggiando un uomo e una donna rispettivamente di 69 e 35 anni.

L'impatto è stato forte. Sul luogo dell'incidente si sono quindi recati tempestivamente i sanitari del 118 che hanno soccorso i feriti. Il 24enne è stato trasportato d'urgenza presso l'ospedale di Parma dove è stato ricoverato nel reparto di rianimazione, mentre il 69enne e il 35enne sono stati trasportati nell'ospedale di Fidenza.

Le condizioni di salute del 24enne sono risultate essere subito molto serie e purtroppo, nonostante il personale medico abbia tentato di fare il possibile per poterlo salvare, durante la notte il suo cuore ha cessato di battere. Il 69enne e la 35enne sono stati invece ricoverati in condizioni meno gravi ma comunque serie a causa delle fratture e dei traumi riportati.

Oltre al personale sanitario del 118, sul luogo dello scontro si sono recati i vigili del fuoco che hanno dovuto lavorare per diversi minuti per poter estrarre i feriti degli abitacoli. I vigli del fuoco hanno dovuto utilizzare i divaricatori per poter fare spazio tra le lamiere rimaste accartocciate.

Sul posto sono giunte anche le forze dell'ordine della compagnia di Fiorenzuola che dovranno fare chiarezza su quanto si è verificato. Al 24enne è stato effettuato anche l'esame tossicologico.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la pagina Calabria
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!