Nella serata del 28 novembre, una ragazza di 16 anni è deceduta in seguito ad un incidente avvenuto sulla strada provinciale 34, nella frazione di Preore, in provincia di Trento. L'automobile sulla quale viaggiava si sarebbe ribaltata dopo aver sbandato senza urtare altre vetture in transito. Feriti anche gli altri due passeggeri di 15 e 22 anni e il conducente 22enne, attualmente ricoverati negli ospedali di Trento e Rovereto. La vicenda di Cronaca Nera è stata riportata da molteplici quotidiani locali e nazionali.

Una prima ricostruzione dell'accaduto

Sulla base delle prime indagini, Valeria Artini, 16enne di Zuclo, si trovava a bordo di una Toyota Yaris insieme a un giovane di 22 anni di Strembo, una ragazza 15enne di Giustino e al conducente 22enne di Caderzone Terme quando, improvvisamente, verso le 18.00 l'auto sarebbe finita fuori strada.

Pare che il conducente abbia perso il controllo dell'auto in corrispondenza di una curva verso sinistra, poco prima di arrivare a Preore. La vettura, di proprietà della madre dell'autista, avrebbe urtato alcuni alberi al lati della carreggiata per poi ribaltarsi.

I mezzi di soccorso intervenuti sul posto

Gli altri tre passeggeri sono stati trasferiti con un elisoccorso in ospedale. Il conducente è stato trasportato al Santa Chiara di Trento, mentre i due ragazzi di 15 e 22 anni si trovano nell'ospedale di Rovereto. Sul posto sono giunte anche molte autoambulanze e i vigili del fuoco che hanno dovuto estrarre i giovani dalle lamiere dell'automobile. Chiusa la strada provinciale 34 del Lisano, per consentire ai pompieri di liberare i ragazzi. Per Valeria Artini non c'è stato niente da fare: probabilmente è deceduta sul colpo, dopo il forte impatto successivo allo sbalzo fuori dall'abitacolo.

Quando i soccorritori sono arrivati il suo cuore aveva già cessato di battere. È stata avviata un'inchiesta sull'accaduto, coordinata dalla pm Alessandra Liverani.

Chi era Valeria Artini

La 16enne che ha perso la vita era conosciuta anche nella zona del Lago d'Idro e dell'Alto Garda, in quanto giovane promessa della pallavolo. "Ti abbiamo vista crescere in mezzo a noi, con le tue compagne, in questi bellissimi anni della tua gioventù", l'ha ricordata così il presidente dell'Asd Brenta Volley, Stefano Parolari su Facebook.

L'uomo ha espresso tutto il proprio dolore per la perdita della giovane pallavolista Artini, venuta a mancare troppo presto all'affetto dei suoi cari, di sua madre Cinzia e del padre Paolo. Lo stesso ha promesso che l'intera squadra Under 17 femminile in cui giocava la 16enne, cercherà di restare vicina alla famiglia, affranta dal dolore. "Non ti dimenticheremo", ha chiosato Parolari.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!