Nei giorni scorsi il colosso farmaceutico Pfizer ( in collaborazione con BioNTech) aveva annunciato l'efficacia al 90% del suo vaccino contro il Covid. Fa adesso notizia il fatto che l'amministratore delegato dell'azienda Albert Bourla abbia venuto 133.508 azioni del pacchetto per circa 5,5 milioni di dollari. L'azione finanziaria sarebbe avvenuta nello stesso giorno in cui è stata resa nota al mondo una notizia che può cambiare la storia nel 2021, dopo un 2020 contrassegnato da una pandemia senza precedenti. Sulla vicenda si è espressa Maria Rita Gismondo, direttrice della Microbiologia del Sacco di Milano.

Pur professandosi profana in campo finanziario ha sottolineato, stando a quanto riportato dall'Adnkronos Salute, che non si tratterebbe di un "buon segno".

Vaccino: dopo l'annuncio, la vendita delle azioni Pfeizer

L'annuncio relativo all'efficacia del vaccino contro il Coronavirus ha fatto guadagnare molti punti al valore delle azioni Pfeizer. La comunicazione aveva determinato un rialzo del titolo del 7,69%. Tuttavia, secondo quanto riportato da diverse fonti, l'amministratore delegato della multinazionale farmaceutica avrebbe semplicemente dato seguito a quello che era un piano concordato. Una strategia economica esistente già dallo scorso agosto e che avrebbe determinato la vendita di azioni nel momento in cui queste avrebbero raggiunto un determinato valore.

Coronavirus: la Gismondo dice che quanto accaduto non è buon segno

Maria Rita Gimsondo lo scorso 10 novembre si era rallegrata, sempre parlando all'Adnkronos Salute, del fatto che fosse arrivato il vero raggio di luce nella notte al Covid.

Lei si riferiva al fatto che l'utilizzo degli anticorpi monoclolonali della Eli Lilly fossero stati approvati dalla Fda. In quella circostanza disse che fosse quella infatti la prima terapia mirata in un "panorama più che confuso di annunci su vaccini che funzionano e che poi cadono nell'oblio e di promesse che fanno bene solo alla Borsa e non alla salute dell'uomo".

Proprio gli sviluppi legati a Wall Street hanno preso la scena all'annuncio del vaccino. E proprio sulla vendita delle azioni Maria Rita Gismondo senza sbilanciarsi, ma inducendo a riflessioni. "L'operazione - ha detto - fa pensare anche una persona ignorante in materia. Non è certo un buon segno, ma ovviamente lasciamo parlare di economia agli economisti".

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!