Nella serata del primo dicembre, un ragazzo di 17 anni di Zelarino ha perso la vita a causa di un incidente tra la moto sulla quale stava viaggiando e un'auto a Olmo di Martellago, in provincia di Venezia. Inutili i tentativi di soccorso: il giovane è deceduto un'ora dopo l'impatto. Le forze dell'ordine intervenute sul posto, stanno tentando di ricostruire le dinamiche dell'accaduto. Il tragico episodio di Cronaca Nera è stato riportato dai giornali locali e nazionali.

Una prima ricostruzione dell'incidente

Sulla base delle prime ipotesi, pare che il 17enne fosse a bordo della sua motocicletta HM 125 su via Selvanese quando, verso le 21.30, un'automobile proveniente dalla direzione opposta, l'avrebbe preso in pieno mentre svoltava a sinistra su via Dosa.

L'impatto violentissimo avrebbe fatto sbalzare il ragazzo ad una ventina di metri di distanza, mentre il suo ciclomotore si sarebbe spezzato a metà. Il conducente della vettura, una Opel Mokka, era un operaio di 36 anni dolese. Anche la parte anteriore della sua auto sarebbe rimasta distrutta per il forte impatto. I motivi per i quali l'Opel avrebbe impattato la moto sono ancora in corso di esame da parte dei carabinieri, giunti sul posto insieme ai mezzi di soccorso.

I tentativi di soccorso

Quando sono arrivati i sanitari del Suem, il giovane era sull'asfalto, in gravi condizioni: aveva riportato diversi traumi. I soccorritori hanno anche tentato di effettuare alcune manovre di rianimazione, ma per il 17enne non c'è stato nulla da fare. È deceduto poco dopo le dieci e mezza.

Sembra che si trovasse su quella strada per raggiungere la sua abitazione, dopo aver trascorso la serata a Trivignano in compagnia di un amico. Ma a casa sua non è più tornato. Si è spento lasciando sua padre, sua madre e la sorella nel dolore della sua scomparsa.

La comunità di Zelarino in lutto

Al momento dell'incidente, molti residenti si sono riversati in strada dopo aver udito il gran botto.

Gli stessi avrebbero cercato di prestare i primi soccorsi al giovane, allertando anche il 118. Tanti anche i compagni del 17enne che si sarebbero precipitati sul luogo della disgrazia mentre i sanitari cercavano di rianimarlo, sperando fino alla fine in un miracolo. Dunque la notizia si è diffusa in poche ore in tutta la comunità di Zelarino che si è stretta intorno al dolore dei famigliari, sconvolti per la tragedia.

Il padre del ragazzo, arrivato in via Selvanese poco dopo il suo decesso, si sarebbe sentito male per l'immenso dolore provato nell'aver visto il proprio figlio senza vita. L'uomo è stato trasportato in ospedale all'Angelo, dove sarebbe tutt'ora ricoverato.

Anche l'intera comunità del calcio locale di cui il ragazzo era appassionato e praticante, ha espresso le proprie condoglianze ed è in lutto per la perdita.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!