Riccardo Cioni, dj livornese, si è spento a 66 anni in seguito a un peggioramento della sua salute nel periodo delle feste natalizie. Cioni era stato ricoverato in ospedale dopo essere risultato positivo al Coronavirus ed era stato dimesso dopo qualche giorno, ma la sua situazione è precipitata improvvisamente. La notizia si è diffusa rapidamente anche sui social dove i numerosi fan hanno manifestato il proprio cordoglio e la vicinanza alla famiglia.

Si è spento Riccardo Cioni: la sua situazione è peggiorata all'improvviso

Il dj toscano Riccardo Cioni è scomparso il 7 gennaio. Il dj, nel giorno di Natale aveva comunicato attraverso la sua pagina Facebook di essere risultato positivo al coronavirus ed essere stato ricoverato all'ospedale di Livorno, la sua città.

Cioni aveva ringraziato tutti i medici e il personale sanitario che si era occupato di lui al secondo padiglione e aveva promesso di organizzare un evento per tutti, appena finita la pandemia.

Dopo essere stato dimesso, tuttavia la situazione del dj è peggiorata rapidamente fino a portare al decesso che ha sconvolto la sua famiglia e tutti coloro che lo seguivano. Riccardo Cioni era molto amato nella sua Toscana, ma era anche considerato uno dei migliori dj in Italia, insieme ad Ago Presti e pochi altri che avevano fatto della tecnica del mix dei dischi in vinile il loro fiore all'occhiello.

L'inizio nelle discoteche storiche toscane e l'affermazione come uno dei migliori dj in Italia

Attraverso il suo profiko Facebook, la moglie Agnese ha dato l'annuncio della morte di Riccardo Cioni e ha scosso i fan che hanno manifestato il proprio affetto nei confronti del dj e la vicinanza verso la famiglia.

"Vorrei scrivere tante cose, ma non ho la forza", ha scritto la donna che ha voluto ricordare suo marito postando alcune foto dei momenti più belli trascorsi in compagnia.

Riccardo Cioni aveva iniziato la sua carriera nelle grandi discoteche toscane e commercializzando le sue "cassette". Nei nastri, diventati un culto degli anni 70-80, erano registrate le sue serate live in giro per l'Italia.

Il successo lo aveva portato anche a essere ospite di Discoring, in televisione, e incidere diversi singoli, tra cui "In America". Negli ultimi anni, Cioni era tornato alla ribalta con diverse serate in tutta la penisola, in cui riproponeva la sua musica sapendo restare al passo con le nuove tecnologie musicali. Il dj aveva creato anche uno spazio quotidiano all'interno di Radio Mitology in cui proponeva dei mix ed era un modello per molto disk jockey moderni.

Un'intera generazione, cresciuta con le serate e i successi di Riccardo Cioni, adesso piange la sua scomparsa che lascia un vuoto in tutti i nostalgici di un'epoca che vedeva in primo piano molte discoteche storiche oggi scomparse.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!