“Se non mi dai 1.500 euro diffondo il video a luci rosse che ti rovinerà la vita”. Ecco il testo di uno dei tanti messaggini che un imprenditore cagliaritano ha ricevuto nel suo telefono cellulare. Il mittente del messaggio sarebbe una 24enne, anche lei di Cagliari, arrestata il 27 marzo a Quartu dai carabinieri mentre recuperava il denaro estorto con le minacce alla vittima. La giovane, dopo tutti i controlli di rito e dopo aver passato la nottata in caserma, ieri mattina 29 marzo è stata accompagnata in tribunale a Cagliari per l’udienza di convalida.

L’accusa è quella di estorsione. Il giudice, durante il dibattimento, ha convalidato l’arresto e così ha deciso di mandarla ai domiciliari in attesa del processo. I carabinieri, con la collaborazione della vittima, hanno organizzato un tranello per incastrare la ragazza. La giovane infatti, dopo essersi messa d’accordo con l’imprenditore, ha scelto un luogo dove avrebbe ritirato la busta con il denaro. All’appuntamento però, oltre ai soldi, ha trovato anche i carabinieri che l’hanno arrestata in flagranza di reato.

La denuncia ai carabinieri

Qualche giorno fa un imprenditore cagliaritano si è recato dai carabinieri, nella caserma del comando provinciale di via Nuoro, raccontando ai militari che aveva ricevuto dei messaggi da una giovane che stava cercando di ricattarlo.

Nel testo di uno degli sms che l’uomo ha fatto leggere agli investigatori dell’Arma c’era scritto infatti che se lui non avesse tirato fuori 1.500 euro, lei avrebbe diffuso un video che lo ritraeva in “atteggiamenti molto particolari” con una donna. Filmato che sarebbe stato pubblicato non solo sul web ma anche inviato ai suoi familiari.

L’imprenditore però non si è lasciato intimidire. Anzi è stato al gioco e, prima di recarsi dai carabinieri, ha concordato un appuntamento con la 24enne per consegnarle una busta con il denaro. I soldi però dovevano essere lasciati sopra una panchina, in una zona di Quartu non troppo frequentata. A quel punto i carabinieri, dopo aver ricevuto la denuncia, hanno deciso di cogliere sul fatto la 24enne e per questo motivo sabato, in abiti civili, a distanza hanno atteso l’arrivo della giovane.

La busta con il denaro

Lo scambio era fissato per le 22, in un luogo prestabilito di Quartu. L’imprenditore, pochi minuti prima, si è infatti presentato all’appuntamento e, sopra una panchina, ha lasciato una busta con i contanti. Dopo pochi minuti ha fatto la sua comparsa la 24enne che, guardandosi introno e facendo finta di niente, ha preso la busta e l’ha messa al sicuro. Tempo pochi secondi, al suo cospetto sono comparsi i carabinieri del comando provinciale di via Nuoro che hanno stretto le manette ai polsi della giovane. La 24enne non ha opposto resistenza. Secondo quanto accertato dai militari la donna comunque aveva anche un complice non ancora identificato. Insomma non avrebbe organizzato il tutto da sola.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!