Un dj italiano molto conosciuto nell’ambiente della musica elettronica è rimasto vittima di un episodio di Cronaca Nera dai contorni ancora tutti da chiarire. Il 49enne Davide Masitti, noto come Da Frikkyo, è deceduto martedì 27 aprile nella sua residenza nel sud-ovest Francia, a causa di una coltellata. La procura di Bordeaux - che indaga sull’accaduto - avrebbe fermato nelle ultime ore la compagna dell’artista, una 38enne originaria di Trieste, con l’accusa di aver inferto il colpo al dj.

Secondo quanto riporta il Corriere di Bologna, non sarebbe ancora chiaro il movente del decesso, mentre l’indagata avrebbe respinto ogni addebito a suo carico, sostenendo che Masitti si sarebbe procurato da solo la ferita mortale a un fianco.

Le indagini della polizia francese sul misterioso decesso del dj italiano

Nel frattempo proseguono le indagini per accertare cosa sia accaduto al dj, che si era trasferito da tempo a Saint Michel de Castelnau, un piccolo comune nel Dipartimento della Gironda, che conta solamente 245 abitanti. I soccorritori sono stati allertati verso le ore 23:30 di martedì 27 aprile: purtroppo quando sono giunti nella villetta bianca (dove Masitti viveva con i figli, un bimbo di nove anni e la secondogenita di tre), per il 49enne non c’era più nulla da fare: ad fargli perdere la vita sarebbe stato un unico fendente, sferrato al fianco.

Secondo gli inquirenti, la compagna lo avrebbe accoltellato, senza avere l’intenzione di ucciderlo, forse durante un litigio.

Una versione che sembra difficile da credere anche per gli stessi familiari del dj, che vivono a San Giovanni, una piccola frazione di Concordia, in provincia di Modena: escludono categoricamente la colpevolezza della donna, che condivideva con il 49enne la grande passione per la musica, arrivando a seguirlo nei concerti tenuti in tutto il mondo.

Stando a quanto riferisce la stampa locale francese, la donna avrebbe negato ogni responsabilità sostenendo che l’uomo si sarebbe autoinflitto la ferita risultata fatale.

Alcuni familiari del dj si sono recati in Francia

Venerdì notte alcuni familiari del dj deceduto si sono recati in Francia, subito dopo essere stati informati della tragedia.

Gli ex compagni di scuola, insieme ad altri amici d’infanzia, si sono impegnati a raccogliere del denaro per aiutare nelle spese i parenti del 49enne.

Soltanto uno dei due fratelli della vittima ha deciso di partire per andare a chiedere il trasferimento della salma, mentre l’altro ha preferito restare in Italia accanto alla madre del dj, sconvolta dal dolore.

Il dj era molto apprezzato anche all’estero

La carriera di Davide Masitti, era cominciata negli anni ’90 in Venezuela e Colombia. Gli appassionati lo chiamavano anche lo “Sciamano”, per il suo spirito libero che lo aveva portato a girare il mondo per suonare musica elettronica. “Da Frikyo” è ricordato anche come fondatore nel 1997 di Olstad Sound System, un movimento celebre perché organizzava grandi raduni musicali in gran parte d’Europa.

Come ha scritto sui social lo stesso dj, l’obiettivo delle feste a base di musica techno organizzate da questo collettivo era di far “riunire insieme il massimo numero di giovani, di tutte le specie, per poi trovarsi tutti nella stessa dimensione, senza alcuna differenza di ideali”. In tanti tra gli appassionati del genere, alla notizia della sua scomparsa, hanno voluto omaggiare il dj sulla sua pagina Facebook, dove il 49enne appariva spesso in immagini sorridenti insieme ai figli.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!