I numeri dei casi di Coronavirus negli Stati Uniti sono aumentati del 300%, se paragonati con i dati che venivano registrati nello stesso periodo del 2020, durante la settimana del Labor Day, dal 31 agosto al 7 settembre.

A renderlo noto, è l'università americana John Hopkins University secondo cui, in questo lasso di tempo, il numero dei contagi è stato di 1,14 milioni mentre nel 2020 erano 287.235.

Anthony Fauci, intervistato da La Stampa in occasione della sua partecipazione al Festival della Salute di Torino, ha ribadito l'importanza di vaccinare un il maggior numero di persone e che proprio i vaccini saranno un valido strumento per riuscire a domare il Covid-19.

40 milioni di contagi nel solo fine settimana

Gli Stati Uniti, durante l'ultimo fine settimana, hanno superato la soglia dei 40 milioni di contagi.

Nonostante ciò, risulta che 176 milioni di americani siano stati completamente vaccinati, di cui 95 milioni hanno ricevuto il vaccino Pfizier, circa 66 milioni di persone hanno ricevuto Moderna e 14 milioni di vaccinati con la monodose Johnson & Johnson.

La variante Mu

Negli USA, la variante Delta sta rallentando ed in alcuni stati fortemente colpiti, come il Missouri, s'incomincia a vedere il calo nel numero dei contagi. Tuttavia, preoccupa la variante Mu. Tale variante è stata scoperta per la prima volta in Colombia, a Gennaio, e solo successivamente si è diffusa in 40 paesi.

Nel territorio americano, secondo la rivista Newsweek, la variante Mu è presente in 49 stati su 50 tra cui il distretto di Columbia dove si trova la capitale, Washington. Della variante Mu, lo stato della California ha riportato il numero più alto, con 384 casi, di cui 167 nella contea di Los Angeles. Gli esperti temono che essa sia ancora più contagiosa delle varianti precedenti.

Le parole di Anthony Fauci

Anthony Fauci, direttore del National Institute of Allergy and Infectious Diseases dal 1984 e consigliere medico capo del presidente Joe Biden, parteciperà, in collegamento video, al Festival della Salute che si terrà a Torino, venerdì.

Ha dichiarato che: "Se ci sarà un alta percentuale di vaccinati, ci si avvicinerà gradualmente ad una forma di normalità" e, in merito alla situazione dell' Italia sul fronte del contenimento della pandemia, Fauci ha sostenuto che il nostro paese potrà tenere la situazione sotto controllo, in autunno, purché sia veloce con le vaccinazioni.

Proprio per questo motivo, sarebbe: "Necessario vaccinare il maggior numero possibile di individui" e ciò che lo preoccupa maggiormente sono coloro che si definiscono no vax e scettici: "Sono molto preoccupato. Si tratta di contagi e morti evitabili".

Fauci sostiene che una terza dose di vaccino sia una buona idea poiché, con il passare del tempo, l'efficacia del siero anti-covid tende a diminuire ed ha aggiunto: "Prevediamo di distribuire la terza dose a settembre, negli USA". Oltre a ciò, ha dichiarato che: "Scuole, università e luoghi del business dovrebbero richiedere che chi lavora in quegli ambienti sia vaccinato".

In merito al futuro della pandemia, Fauci dice: "Spero scompaia, però non ne sono così sicuro" ed auspica di poter tenere sotto controllo il virus grazie all'ausilio del vaccini.