Il periodo pasquale è ormai prossimo e si inizia a pensare cosa preparare tra i vari piatti della tradizione, sia dolci che salati. Un gustosissimo primo, che può fungere anche da piatto unico, per il pranzo del Giovedì santo è la classica torta salata di origine ligure e, più precisamente, genovese, ossia la torta pasqualina. Questa pietanza è conosciuta anche in altre zone d'Italia, in alcune delle quali viene preparata anche in versione dolce. Fungendo anche da piatto unico, la torta pasqualina può essere realizzata anche per gustarla insieme a parenti ed amici nella scampagnata del Lunedì dell'Angelo.

Le origini di questo piatto sono antichissime, in quanto vi sono testimonianze secondo cui si preparava nel Medioevo e già allora era legata al periodo pasquale, da cui prende il nome. Questa torta salata si può realizzare anche con i carciofi, ma la ricetta tradizionale è con le bietole, dal momento che, anticamente, esse erano considerate la verdura più a buon mercato nel periodo di Pasqua e, dunque, la più utilizzata. La preparazione della torta pasqualina è molto semplice e la tempistica è di un'ora e quindici minuti.

Gli ingredienti per quattro persone sono: quattrocento grammi di pasta brisée, ottocento grammi di bietole, trecento grammi di ricotta, un decilitro di panna, cento grammi di parmigiano grattugiato, quattro uova, maggiorana tritata, olio extravergine di oliva, sale e pepe.

La preparazione della deliziosa torta pasqualina

Dopo aver mondato e lavato le bietole, scottarle in acqua salata per qualche minuto. Se, invece, si preferisce utilizzare i carciofi, tagliare, pulire e sbollentare sei carciofi in acqua salata.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Ricette

Successivamente in una ciotola amalgamare la ricotta assieme alla panna, il parmigiano e la maggiorana tritata, salare, pepare, unire le bietole scolate (o i carciofi), strizzare e sminuzzare e continuare ad amalgamare fino ad ottenere un composto omogeneo. Portare a ebollizione una pentola con l'acqua, abbassare il fuoco, immergere le uova, cuocerle per otto minuti, sgocciolarle, lasciarle intiepidire e sgusciarle. Con un matterello stendere la pasta brisée in una sfoglia sottile, ungerla con l'olio extravergine di oliva.

Foderare una tortiera dal bordo alto con metà della sfoglia, facendola debordare, disporre il ripieno precedentemente preparato e le uova sode, coprire con l'altra metà della pasta sfoglia, sigillare i bordi e infornare a centottanta gradi per quaranta minuti. Terminata la cottura al forno, fare raffreddare e servire.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto