Gli spaghetti al pomodoro sono senza dubbio tra i simboli della cucina italiana e mediterranea nel mondo. Anche se il pomodoro è di origine americana, è stato tra i primi prodotti ad essere importato in Europa. Il suo arrivo in Italia creò non pochi sospetti: alcuni medici del Cinquecento lo inserirono nell'elenco degli alimenti tossici. Fu solo nel 1692 che un cuoco marchigiano lo incluse definitivamente in un ricettario, 115 anni prima che la bacca dal caratteristico colore rosso incontrasse definitivamente la pasta. L'intuizione fu del cuoco Francesco Leonardi.

Oggi il matrimonio tra pasta e pomodoro è all'ordine del giorno nelle case di milioni di italiani e, tra le numerose varianti possibili, c'è la ricetta che proponiamo nel dettaglio di seguito, ovvero il pasticcio di spaghetti al pomodoro.

Gli ingredienti

Per 4 persone sono necessari:

  • una cipolla
  • uno spicchio d'aglio
  • 150 g di burro
  • 2 cucchiai di olio
  • 500 g di pomodori freschi
  • un mazzetto di basilico
  • sale
  • pepe
  • due cucchiai di farina bianca
  • mezzo litro di latte
  • 400 g di spaghetti
  • due grossi pomodori da insalata maturi ma sodi
  • parmigiano grattugiato

La procedura per preparare il pasticcio di spaghetti al pomodoro

Come prima cosa fate soffriggere la cipolla e l'aglio, ben tritati, con 50 g di burro e l'olio; quindi aggiungete i pomodori, immersi prima in acqua bollente, privati della buccia e dei semi e spappolati con la forchetta. Insaporite con il basilico tritato, sale e pepe; lasciate cuocere per 40 minuti a fiamma moderata. Fate sciogliere 50 g di burro in una casseruolina, incorporatevi la farina, sempre mescolando per evitare grumi, poi diluitela con il latte caldo, salate, pepate e lasciate cuocere per circa 10 minuti, senza smettere di girare.

Fate lessare gli spaghetti in abbondante acqua salata, quindi scolateli e conditeli con la salsa e la besciamella. A questo punto imburrate una pirofila: stendetevi metà degli spaghetti e copriteli con un pomodoro crudo, tagliatelo a fette e privatelo dei semi; salate, poi fate un secondo strato di pasta e su questa mettete l'altro pomodoro tagliato a fette.

Infine cospargete ogni strato di abbondante parmigiano grattugiato e di fiocchetti di burro. Introducete in forno caldo, a gratinare, a 180°, per 20 minuti. Dopodiché il piatto sarà pronto e potrà essere servito in tavola.

Per questo periodo pasquale, potrebbe inoltre essere interessante preparare un altro pasticcio: quello di anguilla, un ingrediente spesso presente sulle tavole degli italiani nel periodo pasquale.

Mentre un altro pasticcio caratteristico è quello di melanzane, disponibile anche in una versione "leggera".

Segui la pagina Ricette
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!