Un locale come un altro, una sera come tante, ma attraversata la porta dello Sparwasser di via Pigneto 125 a Roma, si viene catapultati in un mondo parallelo, un viaggio a ritroso nel tempo guidato dal jazzista romano Manlio Belpasso. Ogni mercoledì sera la magia si ripete, il29 giugno sarà l'ultima della stagione che riprenderà dopo l'estate dato il grande successo e la gioia con la quale l'iniziativa è stata accolta.

Atmosfera anni '20, gli anni ruggenti, il periodo in cui esplode il jazz nell'America del dopoguerra e l'Europa vede nascere il dadaismo.

Sono gli anni '20, il decennio dell'art déco, il dopo guerra, periodo storico in cui la donna trova il coraggio e la voglia di emanciparsi e lo mostra al mondo intero lavorando duramente e ricoprendosi di bellezza tra perle, piume e moda che osa mostrare le gambe.Gli anni in cui Coco Chanel lancia il nuovo taglio allagarçonnee la petite robe noire.Tempo di antiproibizionismo, voglia di libertà, il charleston, le flappers girls, quando la bellezza sfidava il presagio della guerra, i night club, il make up vistoso, lo smokey eyes su un viso da bambola di porcellana, il jazz suit.

Manlio Belpasso jazzista oltre ogni limite

A ricreare l'atmosfera il jazzista, compositore, pianista e creativo senza barriere Manlio Belpasso.

Artista che sa spaziare nei vari generi musicali creando capolavori che nascono dalla sua mente geniale e giungono fino alle sue dita poggiate sui tasti del pianoforte scorrendo nelle vene sotto forma di pura energia.Musicista e compositore creativo e geniale, pianista jazz e arrangiatore, Belpasso da oltre vent'anni crea e compone brani all'avanguardia, esplorando sempre nuovi orizzonti nel campo della musica elettronica oltre che nella composizione classica.

Manlio Belpasso, esordisce nel 1993 con i Tiromancino come pianista di supporto per la famosa band romana, nel 1996 pubblica il primo singolo dal titolo "Swallows" con etichetta EMI- Dance Factory, sotto il nome diKünstliches Produkt.Tre anni dopo pubblica l'album "New Age Millenium" che realizza collaborando con Francesco Morettini, il disco viene pubblicato e distribuito dalla Warner Chapel.

In essoun'insieme di suoni e ritmi onomatopeici che richiamano i quattro elementi: terra, fuoco, aria, acqua.Manlio Belpasso, conosce e instaura un rapporto di amicizia con il chitarrista italo-inglese CJ De Luca, che si trasforma in una collaborazione professionale di alto livello.

Tra i due musicisti si crea una grande sintonia, ampiamente dimostrata durante il Live avvenuto allo Stadio Domiziano che riscuote un grande successo. Sintonia che continua con le successive e attuali collaborazioni con il progetto SL Stereoloops. Nel 2012 viene pubblicato "Colours" un capolavoro che vede Manlio Belpasso al piano, CJ De Luca alla chitarra e Nat Leone al sax.I tre musicisti uniscono la loro arte creando un'alchimia di melodie che spaziano tra eleganza e passione al ritmo di jazz, nujazz, bossanova, bossalounge.

Una fusione di elementi e culture musicali perfettamente mixate fra loro che creano di volta in volta allegria, relax, trasporto emozionale, sensualità, veicolando in chi l'ascolta energia positiva.Il29 giugno Dj seta Sparwasser con una selezione di brani mixati da Manlio Belpasso, la serata a tema avrà inizio alle ore 22.00 e proseguirà fino alle 02.00 con musica, cocktail e divertimento.