Non tutti gli antichi credevano che la Terra fosse piatta e che il Sole le ruotasse intorno, almeno non gli autori di queste strutture. Molti sono gli enigmi che arrivano dal passato e che l'Archeologia accademica non riesce a risolvere, provando a formulare teorie nella maniera più logica possibile secondo i propri canoni, ma che spesso però, si scontrano con l'incredibile difficoltà di dimostrarle. I grandi cerchi di pietra inglesi sono antichi di circa 5 mila anni, anteriori quindi alla tanto discussa costruzione di Stonehenge. Stando a una nuova ricerca condotta dagli scienziati dell'Università di Adelaide, Australia, è emerso che questi cerchi costituiti da pietre, non erano certo disposti a caso, ma seguivano esattamente quelli che erano i movimenti del Sole e della Luna.

Per arrivare a questa conclusione, i ricercatori hanno usato modelli in 3D per effettuare dei test sulla disposizione delle rocce.

I cerchi di pietra collegati con le stelle

"Prima di ciò, nessuno era mai riuscito davvero a determinare che i cerchi di pietra fossero stati costruiti seguendo un preciso fenomeno astronomico, fino ad ora si trattava solo di supposizioni", ha sottolineato il capo del team di scienziati Gail Higginbottom, ricercatore presso l'Università di Adelaide. Quello che ha stupito di più i ricercatori è il fatto che ci siano grandi concentrazioni di blocchi di pietra nel Regno Unito, che hanno seguito le posizioni del Sole e della Luna in diversi periodi temporali. In Scozia sono stati ritrovati dei monumenti in fase di costruzione, sempre in allineamento con la nostra stella e il nostro satellite naturale.

I migliori video del giorno

La questione però è molto più complessa: "Questo studio è la conferma che gli antichi britannici collegavano la terra al cielo con le loro pietre erette, e che questa pratica è durata circa 2 mila anni", ha affermato Higginbottom. Infatti gli scienziati hanno scoperto, a parte il legame con il Sole e la Luna, una speciale relazione che c'era con il territorio circostante e l'orizzonte. Questo sottolinea quanto fosse importante per queste popolazioni il legame con la loro terra e con le stelle.