Il Festival del cinema di Venezia presenta per venerdì 9 settembre "On the Milky Road", di Emir Kusturica, con Monica Bellucci e lo stesso Emir come interpreti principali. Si tratta di una storia d'amore ambientata nel contesto della guerra dei Balcani dei primi anni '90. Emir ha vinto la Palma d'Oro a Cannes nel 1985 per "Papà...è in viaggio d'affari" e nel 1996 per "Underground". A Venezia invece nel 1998 ha vinto il Leone d'Argento e altri prestigiosi premi per "Gatto nero, gatto bianco". Sulla sua mancata partecipazione all'ultimo Festival di Cannes con il film che presenta ora a Venezia, circolano varie interpretazioni e si vociferano motivazioni politiche, ma lasciamo stare le dicerie.

Pubblicità

Emir oltre che regista e attore è anche un compositore di ottimo livello e sono sue tante colonne sonore di film di suoi colleghi. Nel caso di "On the Milky Road", invece, le musiche sono del figlio  Stribor, che peraltro è il batterista di "No smoking Orchestra", una band  di cui fa parte anche il regista serbo. Abbiamo detto del figlio, invece la figlia Dunja ha scritto con il padre i testi del cortometraggio "Our life", su cui si basa proprio il film in questione. Una curiosità, vi ricordate il documentario "Maradona", interpretato dal calciatore stesso e incentrato oltre che sulla sua carriera sportiva anche sulle sue esperienze successive? Era sempre di Emir. 

Cinema, cene e 'Mangiacinema'

In questi giorni abbiamo parlato spesso di cene di gala, e per la serata di venerdì 9 settembre al Palazzina G si terrà un lussuoso ricevimento in onore di Emir e Monica Bellucci, presente il cast di "On the Milky Road", ma se amate il cinema e la buona tavola, anche se qui non si parla di serate esclusive e di gala, sta per arrivare "Mangiacinema", quest'anno alla terza edizione, dedicata ad Alberto Sordi, che si terrà a Salsomaggiore terme (Parma) dal 28 settembre al 5 ottobre.

Si prevedono degustazioni, incontri, proiezioni. Tra i premiati Enrico Vanzina, regista a tutti ben noto. Il giorno della inaugurazione si parlerà del suo cinema "popolare", con in abbinata una degustazione di lambrusco. Seguirà la premiazione e un grande buffet a base di prosciutto cotto affumicato e ottimo parmigiano. La serata proseguirà con la proiezione del film "Un americano a Roma", interpretato da Sordi e con la regia di Steno, nome d'arte che sta per stefano vanzina, padre di Enrico (il fratello Carlo, con cui lavora da sempre, non sarà al festival) nonché uno dei più grandi registi cinematografici italiani, con film che spesso presentato moltissime analogie quanto allo stile con quelli dei figli.

Pubblicità