Nella suggestiva struttura ideata dall’israeliana Zaha Hadid, il Maxxi, si svolgerà dall’undici novembre al ventisei febbraio una retrospettiva sullo stile delle abitazioni giapponesi. “The Japanese House” è il nome della mostra che vede la collaborazione del Museum of Modern Art di Tokio, the Barbican Centre, Japan Foundation assieme al Museo Maxxi di Roma.

Una tematica innovativa nel panorama espositivo italiano che si approccia alla cultura orientale mostrandone le varie sfaccettature: il dialogo interni-esterni; l’utilizzo di materiali d’avanguardia assemblati a materiali antichi; la continua ricerca di essenzialità e purezza formale.

Un progetto nato da Kenjiro Hosaka e Yoshiharu Tsukamoto, adattato alla struttura plastica suggestiva della cornice museale del Maxxi dall’attività magistrale di Pippo Ciorra, curatore dell’evento assieme a Kenjiro Hosaka del National Museum of Modern Art di Tokyo, con il prezioso apporto di Yoshiharu Tsukamoto dell’Atelier Bow-Wow.

Le parole d’ordine del mood abitativo giapponese che vogliono essere trasmesse in questo iter espositivo sono: armonia, equilibrio, misura, funzionalità.

La bellezza della semplicità e della linearità profusa in spazi piccoli, raccolti, dove la spiritualità regna. Un raccoglimento interiore e un lavoro introspettivo sono alla base del funzionalismo degli ambienti domestici giapponesi. Una rivalutazione “esistenzialista” che si riappropria della vera essenza dell’individuo, spogliandola di tutti gli artifizi. Togliere per riacquistare una identità. La frugalità e lo spazialismo versus il materialismo e l’opulenza.

Una mostra dove si respira l’atmosfera del “wabi-sabi”, una perenne tensione verso una essenzialità che è verità. Dal fascino ruvido delle abitazioni di legno di Kenzo Tange alle progressiste creazioni come la Sky House di Kikutake, fino alle opere più avanguardiste di SANAA e Toyo Ito. Personalità influenti quali Shirai e Sakamoto che invece rappresentano il trend della commistione tra moderno-antico, esterno-interno.

A precedere l’apertura di questa esposizione si è svolto il dieci novembre al Maxxi il consueto “Acquisition Gala Dinner”, evento benefico di raccoglimento di fondi, che quest’anno sono stati devoluti per le vittime del terremoto nel centro Italia, e che si è svolto all’insegna della promozione della cultura giapponese.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto