In occasione della “Giornata Internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza”, tante le iniziative che prenderanno corpo nell’area sud della Basilicata. Tutti gli eventi sono stati organizzati dalla cooperativa sociale Iskra: ecco tutti i dettagli delle manifestazioni e le date

Cooperativa sociale Iskra, l'impegno

La Cooperativa sociale “Iskra”, da anni impegnata a difesa della tutela dei diritti dei bambini, in collaborazione con le amministrazioni comunali di Senise, Chiaromonte, Francavilla in Sinni, Roccanova, Teana e Castronuovo Sant’Andrea e le associazioni che operano sul territorio, ha, infatti, organizzato una serie di eventi, che si svolgeranno in contemporanea, domenica 20 novembre a partire dalle ore 15, nei sei comuni che partecipano all’iniziativa.

Alla serie di manifestazioni, che prevedono due momenti, una prima parte dedicata ai giochi sul tema dei diritti, mentre nella seconda parte si terrà un laboratorio creativo che prevede la realizzazione dell’albero dei diritti, parteciperanno bambini, ragazzi e famiglie. Il comune di Roccanova, per l’evento, ha, inoltre, donato un albero, che diventerà l’albero dei diritti, simbolo della manifestazione.

L’evento si terrà, in contemporanea, a Chiaromonte, presso i locali dell’ex scuola elementare, grazie alla collaborazione della Pro Loco “Le Torri”; a Senise, presso l’Oratorio, insieme alle associazioni AIA, Insieme, Gioia e Speranza; a Castronuovo Sant’Andrea, nei locali sottostanti alla piazza, in collaborazione con l’Associazione sportiva Laura fitness; a Roccanova, nei locali della scuola media, insieme all’oratorio parrocchiale; a Teana, grazie alla collaborazione con l’associazione “Perfetta Letizia” e l’oratorio della parrocchia; e a Francavilla in Sinni, presso la sede del circolo Arci, in via Tartarea, grazie alla collaborazione tra l’associazione C.A.F.F.E.

I migliori video del giorno

e l’Arci FrancaViva.

La Giornata Internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza è stata istituita nel 1989 a New York, grazie all’approvazione da parte dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite. Da allora, ogni anno, questa data viene ricordata in quasi tutti i paesi del mondo.