Al Referendumcostituzionale del 4 dicembre 2016, sulla 'Riforma Costituzionale', VinceIlNo con una vittoria schiacciante per il 59% dei voti contro il 'SI' che ha totalizzato il 41% dei voti. Alle urne, è stata registrata un'affluenza-record: secondo i dati parziali, a votare è stato il 69% degli elettori.

Matteo Renzi annuncia le sue dimissioni alla bocciatura della Riforma Costituzionale.

Lo aveva detto, lo ha fatto. Matteo Renzi ha annunciato le sue dimissioni, in conferenza stampa a Palazzo Chigi, a quasi un'ora e mezza dalla chiusura definitiva dei seggi elettorali, che alla fine hanno decretato una sconfitta epocale per il Governo vigente e per il Premier, il quale ha personalizzato il 'referendum costituzionale' così come (con grande onestà e coerenza) ha personalizzato anche la sconfitta, traendone le conseguenze.

Renzi è apparso commosso al discorso di circa 11 minuti del suo addio a Palazzo Chigi.

Matteo Renzi ha ringraziato pubblicamente la moglie Agnese e i suoi figli, prima di abbandonare la Sala Dei Galeoni senza rilasciare alcun tipo di dichiarazioni alle domande poste dai giornalisti; ''è stata una festa, segnata da qualche polemica, ma anche dall'unione dei cittadini italiani in difesa della Costituzione. Sono fiero ed orgoglioso.'' Dopo la schiacciante vittoria del 'NO' per il 59,63% dei voti contro il 'SI' per il 40,37%, Renzi ha pubblicamente accettato la sua sconfitta parlando agli italiani con una voce rotta dalla commozione: ''Il popolo italiano ha parlato in modo inequivocabilmente chiaro e netto; l'esperienza del mio Governo finisce qui. Volevo tagliare le poltrone della Politica, e alla fine è saltata la mia poltrona.''

Il 'Referendum confermativo' del 4 dicembre 2016, circa l'approvazione della Riforma Costituzionale, ha registrato un'affluenza-record alle urne: secondo i primi dati parziali, a votare è stato quasi il 69% degli elettori con percentuali bulgare al Nord.

I migliori video del giorno

A sostegno del 'NO', Matteo Salvini si è espresso poco prima della divulgazione dei primi dati exit-poll: ''La vittoria del 'NO' è del popolo, contro i poteri forti.''

Sul Web, a pochi minuti dall'annuncio delle dimissioni di Renzi, l'hashtag #VinceIlNo è diventato trending topic [VIDEO] italiano su Twitter.