Alle dieci di mattina della giornata di ieri, lunedì 19 dicembre 2016, è stata aperta la prevendita online dei biglietti per le due date italiane del tour dei Red hot chili peppers, che ripartirà il gennaio dell'anno prossimo. Il gruppo di Los Angeles si esibirà a Roma il 20 luglio 2017 all'Ippodromo delle Capannelle e all'Ippodromo SNAI di Milano il giorno seguente, il 21 luglio 2017.

Pronti ad affilare i coltelli, i fan si sono connessi con ampio anticipo al sito di Ticketone per procedere all'acquisto dei biglietti, ma l'impresa si è rivelata più facile del previsto.

Il servizio di denuncia del fenomeno del "bagarinaggio online" messo in onda dal programma televisivo "Le Iene" più di un un mese fa ha avuto i suoi effetti, primo tra tutti l'emendamento del Governo Renzi contro il secondary ticketing, inserito nella Legge di stabilità che verrà approvata il prossimo 31 dicembre. Inoltre, nel frattempo, molti siti di "bagarinaggio online" sono stati chiusi, permettendo ai fan di acquistare i biglietti senza dover fronteggiare le difficoltà registrate qualche mese fa per le date italiane del The Getaway Tour degli stessi Red hot chili peppers, che si sono esibiti a ottobre di quest'anno a Bologna e Torino.

Il fenomeno del secondary ticketing

Nonostante ciò, alle otto e mezza del 19 dicembre, circa un'ora e mezza prima dell'apertura ufficiale, i biglietti per Milano e Roma erano disponibili su due siti web al doppio del prezzo stabilito, segno che il problema non è ancora stato risolto del tutto. Oggi, martedì 20 dicembre, i biglietti sono comunque disponibili su Ticketone, quindi per ora parrebbe che il paradossale caso del secondary ticketing si sia ridimensionato.

Non è ancora chiaro se e in che grado gli artisti siano responsabili dello strano meccanismo del "bagarinaggio online", c'è ancora molto da scoprire al riguardo.

Intanto, non possiamo fare altro che aspettare con ansia i Red hot chili peppers in Italia: eccentrici, stravaganti e virtuosi della musica, i Chili peppers sicuramente regaleranno ai fan una performance mozzafiato. Con le due date a luglio dell'anno prossimo, la band californiana rinnova il solido legame che ha con l'Italia e scatena l'entusiasmo di tutti i fan, soprattutto di quelli romani, che hanno dovuto aspettare quattordici anni per il ritorno dei Chili peppers nella capitale.

Attenderemo dunque fino a quest'estate per goderci l'esplosiva esibizione dei peperoncini rossi, caldi e piccanti dell'universo del rock.

Segui la nostra pagina Facebook!