Come minimo gli devono essere riconoscenti un bel po' di generazioni di coltivatori di spinaci di cui ha fatto veramente la fortuna spargendo la leggenda metropolitana che contengono ferro in quantità esorbitante; e infatti a suo tempo (era il 1937) i contadini di una località texana, Crystal City, gli hanno eretto un monumento per ringraziarlo. Dopodiché la 'città di cristallo' è diventata tutta verde... in realtà questo non è raccontato in nessuna cronaca, ma lo supponiamo.

L'eroe di mamma e papà

E gli devono anche tanta gratitudine altrettante generazioni di genitori che sono riusciti a 'sdoganare' una dieta salutista per i loro figli ispirandosi al suo esempio.

Parliamo ovviamente di 'Popeye the Sailor Man', altrimenti conosciuto come Braccio di ferro, il marinaio guercio di un occhio, con la pipa sempre in bocca, abile pugilatore, capace di sviluppare una forza sovrumana dopo aver assunto una razione di spinaci in scatola che spunta sempre in ogni contesto al momento giusto quando c'è da sconfiggere l'eterno antagonista, il terribile Forzuto, Bruto o Timoteo che dir si voglia, gigante che insidia l'eterna fidanza, l'amatissima Olivia, mingherlina ma se occorre vigorosa.

88 anni e non sentirli

Ebbene proprio oggi Braccio di Ferro compie 88 anni perché era il 17 gennaio 1929 quando apparve per la prima volta per mano del fumettista americano Elzie Crisler Segar nella striscia a fumetti del 'King Features Syndicate Thimble Theatre' inizialmente non come protagonista, per poi diventarlo e restarlo anche dopo la morte del suo creatore quando altri fumettisti lo disegnarono al posto suo, per poi approdare ai cartoni animati che spesso hanno appiattito e manierato il personaggio alla routine di uno scazzottatore seriale, comic book, e film compreso uno in cui lo interpreta uno straordinario Robin Williams.

I migliori video del giorno

La pozione magica di Braccio di Ferro

Il bello dei personaggi a fumetti è che sono immarcescibili, intramontabili, eterni. Nel caso di Braccio di Ferro ciò è ancora più vero non solo perché a differenza del suo amico Poldo, bulimico mangiatore di hamburger e panini, si nutre di spinaci. Il segreto di Popeye, che tra l'altro significa occhio sporgente, è che è un uomo di mare e avventure, di gran cuore e poca cultura, un eroe buono che usa la sua forza sempre a fin di bene. Dotato di prontezza muscolare, indifferente alla stazza dei suoi avversari quando si tratta di abbatterli, ci riesce sempre anche con quel corpo sproporzionato per avambracci eccessivi ricoperti da tatuaggi tipici dei marinai dell'epoca con il disegni dell'ancora, e gambe corte.

Forza ma anche testa

La sua massima che spesso ripete è che 'non serve cervello per essere buoni'! Nel frattempo pur portando gli anni egregiamente, diviso tra la fidanzata Olivia, le cure del trovatello Pisellino e l'affetto per Trinchetto il quasi centenario padre come lui abile pugile, forse oggi Braccio di Ferro si presenterebbe al pubblico dei giovanissimi con una trovata alternativa agli spinaci, non più ritenuti fonte esclusiva di ferro e vitamine, che anzi oggi si scopre che vanno fatti mangiare con moderazione contenendo nitrati che possono mettere a rischio la salute dei bambini.

Magari Popeye astutamente per adattarsi ai tempi cambierebbe pozione magica senza rivelarla se non alla fine di un sequel dal numero di puntate indefinibile, pur rimanendo sempre di ferro! Buon compleanno Braccio di Ferro!