Come non ricordare, tra giugno e luglio scorsi, lo strepitoso progetto “The Floating Piers” dell’artista bulgaro-statunitense christo, ovvero la passerella sul Lago di Iseo lunga 3 kilometri, composta da ben da 200 mila cubi galleggianti, coperti da un telo giallo? Un enorme successo di pubblico e critica (anche se non sono mancate critiche) un'installazione artistica che ha attirato oltre 100.000 visitatori da tutto il mondo.

Lo scorso 4 febbraio nella Galleria Mazzacurati Fine Art, gestita da Roberto Mazzacurati, in corso Martiri della Libertà, 75 a Ferrara ha inaugurato la prima mostra di Christo nella città estense, a cura della critica d'Arte Vittoria Coen.

Si tratta di una decina di opere a tecnica miste, dagli anni ’60 fino agli ultimi anni. Tra queste, il pubblico potrà ammirare tre “Over the River”, un paio di "Wrapped Reichstag", un “Wrapped Walk Ways” per un parco in Giappone (progetto, questo, non portato a termine), oltre a una “Valley Curtain”, con anche una stupenda fotografia della stesa installazione, e la bellissima “Surrounded Island” di Miami.

Christo e Jeanne-Claude (scomparsa nel 2009), nati lo stesso giorno, il 13 giugno 1935, si incontrarono nel 1958 a Parigi: da lì prese avvio il loro lungo e prolifico rapporto artistico e amoroso. I due artisti di Land Art iniziarono a intervenire sul territorio naturale senza, però, modificarne le caratteristiche, e sempre per lassi di tempo limitati. Il primo lavoro da loro eseguito è datato al 1961 quando, presso il porto di Colonia, realizzarono un’installazione con carta, barili di petrolio, corda e teli, visibile al pubblico per sole due settimane.

I migliori video del giorno

Dopo avere vissuto per alcuni anni nella capitale francese, i due nel 1964 si trasferiscono, con il figlio Cyril, nel frattempo nato dalla loro relazione, nella città di New York. Ricordiamo anche che i due hanno sempre finanziato i loro lavori attraverso la vendita degli stessi progetti originali per far fronte alle ingenti spese. Così, le stesse opere esposte a Ferrara sono tutte in vendita.

Nella galleria Mazzacurati sarà, inoltre, disponibile il catalogo della mostra con testo della Coen. La mostra sarà visitabile fino al prossimo 31 marzo nei seguenti giorni e orari: il lunedì, martedì, mercoledì e venerdì dalle ore 16 alle 19.30, il giovedì dalle ore 10 alle 13, il sabato dalle ore 10 alle 13 e dalle 16 alle 19.30. Chiusura la domenica.