Ariana Grande ha rotto il silenzio, dopo l'attentato avvenuto il 22 Maggio scorso, a Manchester al termine di un suo concerto. La cantante di "Dangerous Woman" ha deciso che tornerà nella città inglese per un concerto di beneficenza.

"Non coopereremo con la paura"

Subito dopo il concerto l'artista aveva scritto un messaggio su Twitter in cui esprimeva il suo dolore per l'accaduto, quasi a prendersene la responsabilità.

Alcune ore dopo è arrivato l'annuncio di sospensione del tour, che l'avrebbe portata anche in Italia a Roma e Torino, l'artista fortemente provata dall'accaduto sembrava non riuscisse più a continuare e si temeva per la cancellazione totale del tour; alcuni giorni dopo, però, a mente fredda l'artista ha scritto un lungo post su Facebook annunciando il concerto di beneficenza.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Rap

"Il mio cuore, le mie preghiere e le mie condoglianze vanno alle vittime dell'attacco a Manchester e ai loro cari" apre così la sua lettera, Ariana Grande, "Niente e nessuno può fare qualcosa per il vostro dolore", ha continuato.

"L'unica cosa che possiamo fare è decidere quali sono gli effetti che questo attacco ha portato e porterà", prosegue la lunga lettera, nella quale l'artista spiega quanto sia orgogliosa dei suoi fan che hanno mostrato affetto e compassione verso le vittime e un grande coraggio, forza e grande amore senza cedere alla paura o all'odio. "Voi siete il contrario di quello che volevano".

"Non lasceremo vincere l'odio"

Le parole dell'artista nei confronti dei suoi fan sono piene di affetto e sofferenza: "Non capiremo mai perché succedono queste cose, non è la nostra natura". Allo stesso tempo, la Grande fa capire chiaramente i suoi sentimenti: "Non scapperemo cooperando alla paura. Non ci lasceremo dividere, non lasceremo vincere l'odio". Inizialmente si pensava ad uno stop lungo per il tour, ma l'artista ha dichiarato: "Non voglio che questo mi tenga lontana dai miei fans, voglio continuare a supportarli e dar loro lo stesso amore che loro danno a me.

I migliori video del giorno

La nostra risposta alla violenza è stare uniti, amarci l'un l'altro, aiutandoci e cantare più forte e vivere le nostre vite in maniera ancor più generosa".

A Manchester per un concerto di beneficenza

L'ISIS ha rivendicato subito l'attentato e le indagini hanno portato alla luce svariati sospetti e minacce che giravano per la rete da molte settimane, ma la Grande nella sua lettera non si fa spaventare, nonostante s'intuisca dalle sue parole grande dolore per le vittime. "Tornerò nell'incredibilmente coraggiosa Manchester per passare del tempo con i miei fans in un concerto di beneficenza con lo scopo di raccogliere fondi per le vittime e le loro famiglie". L'intero ricavato del concerto andrà, infatti, alle famiglie delle vittime.

I dettagli del concerto non sono ancora stati specificati: secondo Variety potrebbe tenersi molto presto, il prossimo 4 giugno. Scooter Braun, manager di Ariana Grande, sta facendo il possibile per riunire vari artisti che si uniranno alla cantante durante il concerto.

"Non appena avrò le conferme vi farò sapere", ha scritto la Grande. Il tour originariamente sospeso continuerà con le date in Portogallo, Spagna e Italia.