A Manchester una bomba è esplosa alla fine di un concerto. Le autorità confermano l'atto terroristico avvenuto in serata. Una forte esplosione, forse due, ha gettato nel panico la folla di giovani e giovanissimi presenti all'interno della Manchester Arena, dove era in corso il concerto della pop star americana Ariana Grande. L'ordigno è esploso alla fine dello spettacolo, mentre la folla era intenta ad uscire dal palazzetto. Secondo i media inglesi la bomba sarebbe stata "farcita con chiodi", e il bilancio sino ad ora è di almeno 19 morti e una cinquantina di feriti. La folla ha invaso le strade appena fuori dalla struttura, all'interno del quale la forte esplosione ha scatenato il fuggi fuggi generale.

Pubblicità

Bomba con chiodi

La Polizia ha parlato di un "grave incidente", ma la conferma di attentato sembra ormai certa. Tutto è accaduto intorno alle 22 e 30 quando una forte esplosione ha squarciato l'entrata della Manchester Arena, mentre i presenti fuoriuscivano subito dopo la fine del concerto. Elicotteri, mezzi corazzati e diverse ambulanze hanno presidiato le vie appena fuori dalla struttura, dove la folla si è riversata in panico. Il testimone David Richardson, presente al concerto con la figlia, racconta ad un emittente televisiva inglese che: "Le persone stavano iniziando a uscire, mi sono girato a sinistra e ho sentito un'esplosione.

Era a 12 metri da noi, vicino a un'uscita. Abbiamo pensato che fossero persone che facevano casino, quando si è sentita un'altra esplosione. A quel punto abbiamo visto fumo, tutti sono scappati". Un ulteriore testimone ha affermato ai media che l'esplosione è avvenuta subito dopo la discesa dal palco della pop star americana: un grande boato, le grida e il panico.

Primo sospettato e altro ordigno fatto brillare

Al palazzetto dopo l'esplosione anche gli artificieri, perché un ulteriore ordigno è stato rinvenuto dalla Polizia nei Cathedral Gardens, vicino all'Arena, e fatto brillare.

Pubblicità

Molti feriti sono accorsi negli ospedali vicini dopo l'esplosione, e un primo sospettato è stato bloccato nelle vicinanze della Manchester Arena, affermano alcuni media, ma tutto è ancora da confermare. Le due esplosioni sono avvenute poco dopo le 22 e 30 all'interno della Manchester Arena, nei pressi dell'uscita, proprio quando la folla dopo il concerto di Ariana Grande era intenta ad uscire dal palazzetto. Una bomba con chiodi affermano le autorità: 19 morti e una cinquantina di feriti.