10

È stata inaugurata ieri, 15 luglio 2017, in occasione del Festino di Santa Rosalia, patrona di Palermo, la mostra collettiva di pittura "Artisti per Rosalia per la prevenzione e il rispetto della donna", che ha visto la partecipazione attiva e sentita di 50 artisti del panorama palermitano uniti per dire NO alla violenza sulle donne. L'esposizione sarà attiva fino a questo lunedì 17 luglio 2017, presso il Country Club - Circolo del tennis", in Viale dell'Olimpo a Palermo.

Gli organizzatori e l'obiettivo

Valentina Gueci, critica d'arte, artista ed operatore antiviolenza, in collaborazione con l'artista Mauri Lucchese e la psicologa e operatore antiviolenza Claudia Corbari, hanno dato vita ad un importante manifestazione artistica, non solo per la bellezza delle opere esposte, ma soprattutto per trasmettere un messaggio che giunga forte e chiaro alla collettività: basta ai femminicidi, basta con la violenza sulle donne e i bambini.

Un urlo di colore che ponga fine ad un abominio verso la donna e verso tutta l'umanità, perché la donna, colei che crea la vita merita di essere rispettata proprio in quanto veicolo di vita e creazione che non può e non deve essere oggetto di tali atrocità.

La collaborazione con l'artista e critico d'arte, Mauri Lucchese, da sempre impegnato verso tematiche sociali e di difesa dei beni culturali, ha trovato forte sostegno e approvazione e che rende merito a quegli uomini che vedono nella donna uno splendido gioiello da custodire. La collaborazione con la Dott.ssa Claudia Corbari, psicologa, psicoterapeuta in formazione ed operatore anti violenza, ha dato un ulteriore spunto di riflessione sui punti salienti e sulle dinamiche complesse che si innescano in una relazione disfunzionale che conduce alla violenza fisica e psicologica.

I migliori video del giorno

L'Unione dà la forza

No, non è un errore di battitura: l'unione, in maiuscolo, dà la forza a coloro che, in una condizione di prostrazione e sottomissione causata dalla dipendenza affettiva, vogliano rifugiarsi tra le braccia di una persona cara o tra le cure attende di un professionista. Non bisogna rimanere in silenzio, ma parlarne e sfogarsi per poter iniziare a guarire ed uscire da un drammatico circolo vizioso.

Tutti gli artisti che hanno partecipato con le proprie opere hanno lanciato, ciascuno con una particolare tecnica, uno stile unico e con nuovissime ed innovative soluzioni, messaggi precisi ed inequivocabili per trasmettere quel senso di rabbia e di sgomento di fronte a tali, terribili, fenomeni, ma lasciando trasparire un velo di speranza dato dalla "possibilità di ciascuno di noi, di poter scegliere di dire NO". La paura non può e non deve vincere sulla libertà individuale e il colore deve vincere contro l'oscurità del silenzio.

Ogni colore, ogni sfumatura, ogni immagine è un ritratto della verità: volti corrugati, tumefatti, lacrimanti, pose embrionali, espressioni sgomento, rassegnate e in preghiera, ma emergono anche volti soddisfatti, sereni, combattenti come quelli di un'Amazzoni.

In ogni chiave di lettura c'è l'anima di una donna, ma anche di un uomo, che si manifesta all'altro sottoforma di creatività illuminata da un radioso raggio di positività.

Ogni artista è un cosmo di emozioni e talento che si imprimono sulla tela e prendono vita attraverso i pennelli e diventano creature inanimati che sanno parlare, sanno toccare le corde dello spirito con un solo sguardo. Meraviglie ultraterrene realizzate da mani che cercano, che si appigliano alla speranza che la loro voce venga ascoltata. Un'esperienza visiva e sensoriale inestimabile.

Un aiuto concreto

Valentina Gueci e la Dott.ssa Claudia Corbari, a seguito del messaggio lanciato con la mostra, daranno spazio a tre incontri per conoscere, discutere e approfondire le tematiche e le dinamiche della violenza, partendo da alcune opere esposte, con il seguente calendario:

20 luglio 2017: "Cuore spezzato.....nelle relazioni perverse" - esposta l'opera "Cuore Spezzato" di Valentina Gueci. Si parlerà di violenza delle relazioni disfunzionali.

27 luglio 2017: "Sensualità violata e violenza psicologica" - esposta l'opera "Sensualità violata" di Aura Di Cesare. Si parlerà di violenza psicologica.

03 agosto 2017: "Sogni infranti nelle relazioni di coppia" - esposta l'opera "Cuori infranti" di Maria Profeta. Si parlerà del ciclo della violenza nelle relazioni di coppia.