Si è svolta il 21 luglio, presso la cornice del Forte San Gallo di Nettuno, una nuova edizione di Musica, Parole e Immagini, evento di raccolta fondi annualmente organizzato nella città marina dal gruppo territoriale Emergency – Cisterna di Latina. Si è trattato di una serata all’insegna della musica, della presentazione dell’associazione e delle sue attività, soprattutto del perseguimento di quella che è la stella polare dell’associazione: la solidarietà.

L’edizione 2017

Nell’edizione di quest’anno, aperta dal consueto e tradizionale aperitivo, si sono alternati sul palco del Forte San Gallo I Marilunari (gruppo musicale che canta, rivisitandole, le canzoni di artisti come Lucio Dalla, Lucio Battisti, Radici nel Cemento, Mannarino etc.), volontari del gruppo territoriale emergency – Cisterna di Latina (letture di esperienze provenienti dal mondo dell’associazione e di chi vive in aree del mondo colpite da guerra e fame, presentazione del gruppo e delle sue attività da parte del coordinatore Luca Ianiri), una rappresentante del Programma Italia e del Progetto Latina, da cui è scaturito l’intervento più recente in Italia, da parte di Emergency: il Polibus.

È stato questo, molto probabilmente, il momento più alto della serata. È stato presentato, infatti, al pubblico, un quadro di quella che è la situazione sanitaria in Italia e dei motivi per cui Emergency abbia deciso di intervenire nel nostro Paese. Nonostante, infatti, il diritto alla salute nel nostro Paese sia garantito dall’art.32 della Costituzione Italiana (“La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti”), la realtà attuale è purtroppo piena di “vuoti” che il Servizio Sanitario Nazionale non riesce ancora a colmare. Si pensi, ad esempio, ai migranti che arrivano in Italia, ritrovandosi a contatto con una realtà sconosciuta, disorientati nel capire come muoversi per ottenere eventuali cure.

In contesti del genere, entra in gioco Emergency con il Programma Italia, colmando il vuoto lasciato dall’SSN di cui si parlava prima. Riguardo il Polibus di Latina, questo fornisce assistenza medica di base e orientamento sociosanitario alle fasce più deboli e vulnerabili della popolazione. Oltre al contributo de I Marilunari e dei volontari Emergency – Cisterna di Latina, la serata ha visto il contributo di: Pizzagorà di Domenico Falduto (Anzio), Francesco Gizzi (Caffè Nettuno), Associazione “Il Girasole”, il trampoliere Gioia e il Comune di Nettuno.

L’appuntamento, ora, è ai prossimi eventi del gruppo territoriale, che è possibile seguire sulla sua pagina Facebook, dal nome Emergency – Gruppo Territoriale di Cisterna di Latina. Emergency continua, insomma, a perseguire una cultura di pace, a contribuire a trasformare l’utopia del diritto universale alla salute in realtà concreta, effettiva su tutto il pianeta, senza lasciar fuori nessuno.

Segui la nostra pagina Facebook!