Sappiamo bene che non possiamo considerare la saga di Jurassic World un kolossal, ma non appena la conferma della fine delle riprese è stata annunciata, i fans della saga sono andati in visibilio. Il tweet di Frank Marshall che annunciava la fine delle riprese rilascia già le prime ipotesi su una possibile trama.

Di buono c'è che Frank Marshall è molto attivo sui social e di conseguenza, possiamo aspettarci qualche nuova indiscrezione sul film che ora si trova nella fase di post produzione.

Ma cosa possiamo aspettarci da questo film? Nel primo abbiamo visto il dottor Henry Wu, interpretato da BD Wong, scappare via dall'isola grazie alla InGen, per la quale continua a lavorare, con diversi campioni di DNA, di conseguenza è scontato immaginare che ritroveremo molti dei dinosauri conosciuti nel precedente film. Si ipotizza che, come l'Indominus Rex, un nuovo dinosauro dalle potenzialità distruttive potrebbe fare la comparsa tra le nuove leve.

Interessante è il ritorno del dottor Ian Malcolm, interpretato da Jeff Goldblum, sul quale però al momento non ci sono anticipazioni di nessun tipo. Ma non solo, da quanto suggerisce il tweet di Marshall, si può supporre che questa volta Owen Grady e Claire Dearing si troveranno ad affrontare il potere distruttivo della natura, nella fattispecie il vulcano.

I migliori video del giorno

Dalle indiscrezioni dei giorni scorsi, poiché la produzione si è spostata da Londra alle Hawaii, è facile supporre che la maggior parte della storia potrebbe essere incentrata fuori dall'isola e il ritorno a Isla Nublar fa immaginare che i nostri eroi, potrebbero tornare non solo per i dinosauri ma anche per colpa di questo vulcano citato da Marshall.

Queste però al momento sono solo ed esclusivamente delle ipotesi, al momento non ci sono molte notizie, anche se, il Comi-Con di San Diego, entro la fine del mese potrà essere una fonte di nuove e interessanti indicazioni su quello che potrebbe essere il blockbuster dell'anno prossimo. Sicuramente, come è successo per il precedente, nel caso in cui il film non dovesse riscuotere il successo del pubblico come sperato, la produzione potrà rifarsi con il guadagno del merchandise che, nel 2016 ha portato grossi incassi alla casa produttrice.

Colin Trevorrow, il regista del film, è comunque una buona garanzia per il successo e fa ben sperare, che seduti in poltrona ci si possa trovare davanti ad un film che lascerà sicuramente il segno.