Quarantasei anni e una grande passione per la scrittura, oltre che per il mondo della comunicazione. Mariangela Puddu, speaker radiofonica e scrittrice sarda emergente, sta riscuotendo grande successo con 'Brividi di emozioni', la sua prima opera letteraria edita dalla casa editrice oristanese S'Alvure.

Il libro è una raccolta di sette racconti autobiografici: sette storie, ciascuna con una morale, che infondono speranza ed emozioni positive nel lettore, e lo portano in un mondo fatto di sentimenti veri e non costruiti, spesso in contrapposizione con quello contemporaneo.

Il disegno in copertina, che ritrae una mano che scrive, così come le illustrazioni all'interno del volume, sono state realizzate anch'esse tutte dall'autrice, che ha voluto così dare un tocco ancor più personale al suo lavoro.

L'intervista

Mariangela, come nasce l’idea di scrivere questo libro e in generale la tua passione per la scrittura?

La passione per la scrittura è nata quando ero piccola, durante gli anni della scuola elementare. Mi piaceva tanto scrivere, a quei tempi inventavo delle poesie, più che dei racconti. La passione vera e propria nello scrivere racconti è nata più in là, durante l’adolescenza. Per quanto riguarda il libro, l’idea è nata per invogliare le mie figlie Marika e Giorgia a leggere. Entrambe facevano un po' fatica a farlo, ed io volevo trasmettere loro la passione per la lettura, incuriosirle. Volevo insegnare loro a credere nei propri sogni e a impegnarsi nella vita, dandosi degli obiettivi e coltivando le proprie passioni. Inizialmente pensavo di scrivere una storia, poi ne sono nate addirittura sette…

Brividi di emozioni è un libro scritto col cuore che tocca le corde del lettore, portandolo in un mondo di sentimenti veri e non costruiti, e per questo spesso in contrapposizione con la realtà di oggi…

Speravo di riuscire a trasmettere questo.

Di coinvolgere e appassionare nei miei racconti anche gli adulti e non solo i bambini. Tutto è arrivato spontaneamente, le storie sono nate di getto. Sono state il riflesso di qualcosa che avevo dentro da tempo. Un po’ per me è stato come tornare indietro nel tempo e superare alcune paure. Scrivendo questo libro sono riuscita ad aprirmi e a parlare di aspetti della mia vita privata che fino a quel momento non riuscivo a esplicitare in qualcosa.

A che pubblico è rivolto il tuo libro?

'Brividi di emozioni' è un libro per tutti, in modo particolare per i bambini, ma anche per gli adulti, che spesso mi hanno espresso il loro gradimento dopo aver letto i miei racconti. Questo mi fa enorme piacere.

Quale è stata, se c’è stata, la tua fonte di ispirazione?

Tutto è autobiografico: questo libro nasce dalle mie esperienze di vita, positive e negative. Nella mia vita sono riuscita sempre a trovare un po' di bello, un aspetto positivo anche nelle esperienze più dure e difficili.

Ogni storia che racconti ha dei bei passaggi descrittivi, e da questo si denota una tua attenzione per i paesaggi e le descrizioni. Da cosa nasce, come hai sviluppato questa attenzione?

Amo tantissimo il territorio di Cabras.

Quando sono stata a Modena per 11 anni, per esigenze di lavoro, ho sentito tantissimo la nostalgia della Sardegna. E’ come una malattia, mi mancavano i colori e il profumo della nostra terra. Il profumo che c’è qui non lo trovi da nessun’altra parte. Ogni volta che tornavo in Sardegna per le ferie, cercavo di assaporare ogni profumo, ogni cosa di questa splendida terra. Ho imparato così a notare i dettagli, e questo aspetto l’ho ritrovato scrivendo ‘Brividi di emozioni’. Dico sempre che anche un piccolo sassolino che c’è a Is Aruttas, una delle spiagge più belle del litorale cabrarese, non lo trovi da nessun’altra parte. Per questo nella mia vita cerco di vivere e di gustare ogni momento e ogni cosa.

A livello di forma, utilizzi un linguaggio semplice e comprensibile e i racconti sono sempre scorrevoli per il lettore. A cosa è dovuta questa scelta?

Questo libro l’ho scritto col cuore più che con la mente. In ciò che scrivi per me si vede anche la persona che sei. Io sono così, preferisco la semplicità alla complessità. Quando scelgo un libro da leggere mi piace uno stile diretto e non ricercato. Trovo che sia importante mostrare come lo scrittore è interiormente, e che se riesce in questo, anche il lettore è coinvolto e si appassiona ai tuoi racconti. Per questo in 'Brividi di emozioni' non ho usato uno stile costruito e ricercato, ma diretto e semplice.

Le storie che racconti contengono anche importanti tematiche ambientaliste. Ritieni sia importante per uno scrittore trasmettere dei valori positivi?

Penso tu ti riferisca in particolare alla storia 'Sophie la farfalla vanitosa'. Quando l'ho scritta, pensavo di dedicarla ai più piccoli, ma è fra quelle più apprezzate anche dagli adulti. In questa storia affronto il problema della scarsità dell'acqua, e volevo lanciare dei buoni messaggi ai bambini. Ritengo che un libro che si rivolge in particolare ai ragazzi debba avere una funzione educativa e lanciare dei messaggi positivi cui fare riferimento. Viviamo in un mondo dove i sentimenti autentici e il rispetto della natura e degli animali stanno svanendo, e con il mio libro volevo dare un messaggio forte.

Fra le 7 storie contenute in ‘Brividi di emozioni’, ce n’è una cui personalmente sei più legata, e perché?

Forse quella che più mi appartiene è ‘Per l’ultima volta’. Questo racconto è una sorta di autobiografia pur con personaggi e vicende inventati, quindi lo sento molto mio.

Il tuo libro sta avendo molto successo, anche per il modo molto simpatico con cui hai pensato di diffonderlo. Puoi parlarci di questo?

Diciamo che ho voluto coinvolgere veramente tutti, volevo che tutti si interessassero a questo libro. Le emozioni che provavo nello scriverlo volevo trasmetterle poi agli ipotetici lettori. Così senza paura o timori ho voluto portare il libro nelle strade e farlo conoscere a chiunque si fermava. Inoltre, grazie ai contatti sui social e al mio lavoro, ho avuto modo di conoscere parecchie persone e di farlo arrivare in parecchie parti del mondo. Volevo trasmettere a tanti, soprattutto ai bambini, la passione per la lettura, e chissà, un domani per la scrittura. Per questo ringrazio tutte le persone che hanno letto il libro e le scuole che hanno deciso di acquistarlo e quelle che lo faranno. Un grazie va anche al mio editore, S'Alvure. 'Brividi di emozioni' ha avuto varie ristampe e siamo riusciti a ottenere risultati importanti nelle vendite.

Quali difficoltà hai trovato nel cimentarti in questa tua passione per la scrittura?

Dopo averlo scritto, ho spedito il libro a più case editrici. Ho fatto tutto con grande entusiasmo, non sono partita con chissà quale idea. Volevo far diffondere questo libro il più possibile e farlo arrivare a più persone possibili. ‘Volere e potere'.

Dopo il tuo esordio letterario con 'Brividi di emozioni' stai lavorando a un nuovo libro? Se sì, di cosa si tratta?

"Nel primo libro inizialmente erano previste otto storie. Però sia un caro amico che ha seguito questa mia passione dall’inizio, sia l’editore, hanno ritenuto che fosse più giusto non pubblicare questa storia con ‘Brividi di emozioni’ e farne invece una nuova opera, un romanzo. Quella cui sto attualmente lavorando è sicuramente un'opera più impegnativa, perché in un romanzo devi scandire il tempo e la successione dei fatti, e dare ancora di più attenzione ai particolari e ai dettagli. Il contenuto al momento resta però ‘top secret’.

L'editore

'Brividi di emozioni' è edito dalla Casa editrice oristanese S'Alvure, che dopo aver parlato con Mariangela, ha deciso di puntare su di lei. "Ho deciso di pubblicare il libro per la tipologia di storie che racconta, impregnate di buoni sentimenti. - spiega l'editore - Mi interessava pubblicarlo perché era un bel modo per avvicinarsi al mondo dei ragazzi e insegnare loro che anche le vicende difficili della vita si possono superare. Mariangela quando ha bussato alla nostra porta aveva il sogno di diventare una scrittrice, e noi abbiamo pensato fosse giusto realizzarlo.

Dove acquistare il libro

'Brividi di emozioni' può essere richiesto e acquistato contattando il distributore autorizzato, l'agenzia libraria Fozzi di Elmas (te. 070/240887), o attraverso alcuni importanti store di Libri online come Mondadori e Ibs. Il costo è di 15 euro a copia.