Il fermento delle settimane scorse attorno alla band punk proveniente dall'Ontario, in terra canadese, era sintomatico di una eco ben più ampia rispetto alla presentazione della batteria e al tour americano per festeggiare i quindici anni [VIDEO]di uno dei dischi più popolari del "nupunk". La mescolanza di pop, punk e qualche sfumatura heavy porta al sound dei Sum 41 freschezza ed una buona resistenza al trascorrere degli anni. La band è in attività dal 1996, le vicissitudini non sono mancate, ma la coerenza del sound è un caposaldo irrinunciabile.

Come un fulmine a ciel sereno

Ha fatto ribollire gli animi dei numerosissimi fan dei Sum 41 l'annuncio di un tris di date in Italia, pubblicato su "Indipendente Concerti", che ha anche diffuso i dettagli delle tappe in programma lungo la penisola.

Empoli, Rimini e Lignano Sabbiadoro saranno i palchi su cui si esibiranno Bizzy D e soci. Questi i dettagli:

  • Giovedì 30 agosto al Beat Festival, presso il Parco di Serravalle (Empoli). Posto unico: € 30 + diritti di prevendita.
  • Venerdì 31 agosto al Rimini Park Rock presso il Rimini Fiera. Posto unico: € 32 + diritti di prevendita.
  • Sabato 1° settembre all'Arena Alpe Adria, Lignano Sabbiadoro (Udine). Posto unico: € 32 + diritti di prevendita

La prevendita è in esclusiva per gli iscritti al "My Live Nation" a partire dalle ore 11 di giovedì 15 marzo.

I biglietti saranno disponibili su "ticketmaster.it", "ticketone.it" e in tutti i punti vendita autorizzati dalle ore 11 di venerdì 16 marzo. Il tour europeo inizia in Austria il 19 agosto, e prevede 3 tappe nel Regno Unito, intervallate da una parentesi svizzera e, in conclusione è previsto il tris italiano.

Sum 41

La band ha vissuto momenti non sempre idilliaci, e ha dovuto rivedere la line-up più volte, con il ritorno della chitarra solista, Dave Baksh, dopo circa una decade di lontananza, oppure l'assenza del batterista Steve Jocz, celebre, oltre che per la presenza nella band dalla line-up originale fino all'addio nel 2013, anche per aver prestato il volto all'artwork più famoso della discografia dei Sum 41, ovvero, quello di "Does This Look Infected?", viso poi "filtrato" in versione zombie.

A circa due anni di distanza dall'ultima uscita discografica, "13 Voices", e con un ritorno veemente sulle copertine con un tour europeo alle porte e quello "tributo" nel Nuovo Continente, cresce l'attesa da parte di milioni di fan che attendono il settimo disco in studio.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto