Sarà inaugurata il prossimo 21 aprile 2018, alle 17:00, presso la Sala "Nicola Scafidi" di Villa Niscemi, a Palermo, la mostra di pittura intitolata “La Terra dei Ciclopi” dell’artista palermitana Carmen Frisina, e sarà rimarrà visitabile fino al 26 aprile. Presenti al vernissage, il Sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, l'Assessore alla Cultura, Andrea Cusumano, e il curatore della parte critica, il maestro Maurizio "Mauri" Lucchese, che esporrà anche alcune delle sue opere, Daniela Martino, Event Manager, e la giornalista e curatrice dell'ufficio stampa, Marianna La Barbera. Madrina della manifestazione sarà la psicologa Claudia Rini, ospite d'onore, l'artista teatrale Mario Pupella.

Nella Terra della Cultura e dei Ciclopi

Un percorso artistico, composto da 17 dipinti, realizzati con la tecnica dell'olio su tela, sintetizzano l’amore della pittrice per la Sicilia, declinato in tutta la tavolozza cromatica e simbolica di quelle che sono le peculiarità dell'Isola: spiagge, mare cristallino, fichi d'India e tutte le preziosità tipiche della Trinacria.

Sensibilità estetica, ma anche profondità espressiva, contraddistinguono la produzione di Carmen Frisina che, con armonia ed amore, regalano un ventaglio di "fotografie acriliche" che accolgono l'osservatore e lo chiamano alla conoscenza e all'approfondimento.

Paesaggi incontaminati e meravigliosi che contraddistinguono la Sicilia, quali la candida "Scala dei Turchi", rappresentazioni oniriche e malinconiche di un passato inserite ne "Il tempo che fu", prospettive e magistrale uso del colore che ha caratterizzato e definito a chiari contorni, il suo più recente percorso artistico intitolato "Scintille di luce arte", ospitata presso Palazzo delle Aquile e inserita nell'iniziativa "Palermo - Capitale Italiana della Cultura".

La sua opera "Serra e laghetto del villino Florio all'Olivuzza", oltre ad essere stata pluripremiata, ha recentemente raggiunto il 16° posto (su una platea di ben 600 artisti partecipanti), alla Biennale Internazionale d'Arte del Mediterraneo. Lo scorso 17 marzo, in occasione del vernissage della mostra "Scintille di luce arte", è stata, inoltre, insignita del premio culturale "Concetta Settineri" (indetto da Mauri Lucchese a titolo di memoriale per la scomparsa della moglie) da parte di Mauri Lucchese, insieme ad altri 21 artisti che riceveranno, insieme a lei, il premio presso la Real Fonderia Orotea.