La prematura dipartita nella sua casa di Goring-on-Thames, il 25 dicembre 2016, ha lasciato un vuoto forse incolmabile nel panorama della musica internazionale. Panorama musicale che George Michael ha attraversato quasi in toto grazie alla sua poliedricità cimentandosi in moltissimi generi, dal rhythm and blues al pop, passando per il soul bianco, il post-disco e la dance pop, senza dimenticarci delle splendide reinterpretazioni in versione sinfonica. Un viaggio nelle arti dei suoni con dei compagni di viaggio speciali.

La top ten delle tracce meno note secondo il critico Luca Perasi

L'autorevole portale Rockol ha voluto ricordare, a due anni e mezzo dalla sua morte, il genio musicale di George Michael con una selezione di perle della sua carriera da solista.

Nella playlist selezionate dal critico musicale Luca Perasi, spiccano alcuni tra le canzoni forse meno note ma al tempo stesso più toccanti dell'ex front man degli Wham!.

  • December Song (I Dreamed of Christmas), una toccante canzone dedicata al Natale. Molto meno commerciale, rispetto alla più nota Last Christmas, ma più nostalgica e profonda. Natale, che inevitabilmente è una costante per la star di origine greco-cipriota [VIDEO].
  • Kissing a Fool, una romantica e suadente canzone dedicata ad un amore turbato. Brano d'altri tempi, dove è possibile scoprire tutta la sensibilità artistica di George.
  • They Won’t Go When I Go, splendida cover del brano composto da Stevie Wonder. Artista con cui il buon George sembrava avere un feeling musicale particolare.
  • Heal the Pain, brano scritto ed interpretato da GM nel lontano 1991. La versione più particolare è sicuramente quella interpretata con l'ex Beatle Paul McCartney.
  • Love’s in Need of Love Today, anch'esso un brano del genio musica di Stevie Wonder ed interpretato un incredibile duetto con George Michael [VIDEO].
  • Waiting for That Day, altro imperdibile brano che contiene delle importanti citazioni. Dal ritmo di "Funky Drummer" di James Brown, all'omaggio a "Satisfaction" dei Rolling Stones. Non a caso un co-credits è stato dato a Mick Jagger e Keith Richards.
  • Freek!, interpretazione funk-dance che dimostra la poliedricità di questo grande artista.
  • Cowboys and Angels, altra grande interpretazione del genio musicale di Michael. Molto particolare è la versione proposta nell'album Symphonica.
  • The Long and Winding Road (live 1999 The Concert for Linda), toccante interpretazione di un grande classico dei Beatles, interpretato dall'ex Wham! nella serata organizzata alla Royal Albert Hall per Linda McCartney, moglie di Paul.
  • Tonight, toccante interpretazione di un brano della coppia Elton John/Bernie Taupin.