In tanti la ricordano come l’esuberante Mariarca di Telegaribaldi. L’attrice Loredana Simioli è morta a soli 41 anni dopo aver lottato contro un terribile male. Il cancro non aveva scalfito il suo spirito e, soprattutto, il suo orgoglio. Per tale motivo aveva deciso di raccontare, passo dopo passo, il suo dramma. Voleva trasmettere coraggio e dare speranza alle persone che si trovavano nelle sue stesse condizioni.

Da qui la decisione di realizzare dei video e dei flash mob mostrandosi con il volto segnato dalla malattia e con i capelli corti.

Quella voglia matta di ribellarsi a quel triste destino l’aveva portata a ballare con altre donne davanti all’ingresso dell’ospedale Cardarelli di Napoli. In quell’occasione l’attrice realizzò la videoclip ‘Io non ho vergogna’ in cui parlò della sua lotta contro il cancro e dell’importanza di affrontare il male senza nessuna remora e con il sorriso sulle labbra.

La lotta al cancro e il ballo davanti al Cardarelli

Da Telegaribaldi ai premi cinematografici. Loredana Simioli aveva conquistato la ribalta con il divertente personaggio di Mariarca del programma cult ideato nel 1996 da Lino D’Angiò, Alan De Luca e Vincenzo Coppola. La quarantunenne, sorella del conduttore radiofonico Gianni, aveva messo in mostra il suo straordinario talento anche al Cinema. Nel 2012 era stata protagonista del film Reality, diretto da Matteo Garrone, premiato al Festival di Cannes ed in pellicole di successo come Gorbaciof, nel 2010, Si accettano miracoli e Perez nel 2014 oltre che Troppo napoletano (2016).

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Curiosità Cinema

Nel corso della sua brillante carriera artistica Loredana Simioli è stata premiata come miglior attrice drammatica al Festival di Castellammare di Stabia. L’esordio assoluto nel 1994 a teatro con ‘Il processo a Kafka’.

Sui social il cordoglio dei colleghi e dei fan

In queste ore tanti colleghi hanno ricordato l’attrice nata a Napoli il 27 febbraio 1978. “Ma da anni sta ricerca che si fa a fare? Basta con questi numeri, non se ne può più” - ha scritto su Facebook il comico Lino D’Angiò accompagnando il post con un “Ciao Loredana” e la foto dell’artista.

Tanti i messaggi di cordoglio pubblicati dai fan di Loredana sui profili ufficiali di Gianni Simioli che ha comunicato che i funerali della sorella saranno celebrati in forma laica il 27 giugno presso la sala Gemito sita al II piano della Galleria Principe di Napoli, di fronte il Museo Archeologico Nazionale, dove, a partire dalle 17:00, sarà allestita la camera ardente. “Se ne va un’amica e una grande attrice” - ha riferito il consigliere regionale Francesco Borrelli rimarcando la dignità e la determinazione con la quale l’attrice ha lottato contro il cancro.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto