Da giorni il sole fa risplendere le tranquille acque del Lago Trasimeno, quasi a voler preannunciare l'inizio della tanto attesa manifestazione che trasforma l'isola Polvese nell'isola di Einstein. Ed oggi, venerdì 30 agosto alle ore 15:30, finalmente c'è stato l'ideale taglio del nastro d'inaugurazione del festival della divulgazione scientifica. Un evento che prosegue fino a domenica 1° settembre.

L'isola di Einstein, le caratteristiche

L'isola di Einstein, la Scienza fa spettacolo è il festival internazionale di attività e spettacoli scientifici e culturali che ha per location l'isola Polvese, la più estesa delle tre isole del Lago Trasimeno.

Sui prati, circa settanta ettari ricoperti da vegetazione sempreverde mediterranea, è possibile individuare percorsi naturalistici e innovativi in cui scienza e tecnologia dialogano, tra loro, attraverso un linguaggio fruibile da tutti, scienziati, neofiti, adulti e bambini, perché la scienza è raccontata attraverso i linguaggi dello spettacolo. Il posto giusto per cambiare idea su un luogo comune, abbastanza diffuso, secondo cui la scienza è noiosa e complessa.

Essa, invece, è tutto intorno a noi e può espressa attraverso modalità che richiedono un legame sinergico tra le varie discipline.

Le cinque aeree animate che caratterizzano l'evento: l'area Einstein, l'area Newton, l'area Galileo, l'area Darwin e l'area Leonardo ospiteranno ben cento appuntamenti culturali in tre giorni. Da aree tematiche diventeranno palchi a cielo aperto dove gli esperimenti e le storie di scienza saranno discussi da divulgatori, scienziati e storytellers provenienti da sette paesi europei.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Scienza

Gli argomenti spaziano dalla fisica, alla giocoleria, al suono e alle reazioni chimiche più sorprendenti, ma senza trascurare l'invito a riflettere sui temi attuali della ricerca scientifica. Ne costituisce un esempio la storia dello sbarco sulla luna raccontata dallo storico, divulgatore e youtuber Adrian Fartade.

La novità dell'edizione 2019, che è la sesta edizione del festival scientifico, sono le crociere astronomiche: due percorsi in battello organizzati consentono ai visitatori di allontanarsi dall'inquinamento luminoso per poter osservare la luna e le stelle.

È risaputo, ogni isola ha il suo tesoro. Tuttavia, in questo caso il tesoro è l'isola stessa e non solo quando diventa isola di Einstein, ma tutto l'anno grazie alle sue bellezze naturali e alle risorse ambientali. Per questo motivo, non di rado, i visitatori, al rientro dalla manifestazione si fermano per qualche giorno nel comprensorio del Trasimeno per conoscere i luoghi ricchi di cultura e tradizioni, come l'Oasi naturalistica La Valle a San Savino, oppure il Museo di Storia Naturale e del Territorio di Città della Pieve.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto