Un anno fa Massimo Pericolo era poco più che uno sconosciuto, ora invece è una delle voci di primo piano del Rap game italiano, sicuramente la più grande rivelazione dell'anno – l'ennesimo contraddistinto da numeri da capogiro per il rap made in Italy – appena concluso.

La rapida ascesa di Massimo Pericolo dalla pubblicazione di '7 Miliardi' ad oggi

Massimo Pericolo è stato infatti protagonista di un'ascesa ai piani alti del gioco che ha ben pochi precedenti in Italia a livello di rapidità, ma anche e soprattutto per come è riuscito a mettere d'accordo tutti, o quasi, i big del rap italiano, come ad esempio Salmo, Fabri Fibra e Marracash, che tra collaborazioni ed attestati di stima hanno dimostrato sin da subito di apprezzare nettamente il rap dell'artista di Brebbia.

Nel pomeriggio di ieri Noisey – il magazine verticale dedicato alla musica del più popolare Vice, che ha a tutti gli effetti lanciato Massimo Pericolo – ha celebrato il primo compleanno di 'Sette Miliardi', primo vero e proprio successo del rapper classe 1992. Anche Massimo Pericolo ha voluto celebrare il primo compleanno della sua prima hit – perché di hit si tratta, come testimoniano i numeri del pezzo, per quanto una definizione di questo tipo possa apparentemente stonare per una traccia così cruda e prettamente street – attraverso un messaggio pubblicato sulla sua pagina Instagram, ormai seguita da quasi mezzo milione di seguaci.

Massimo Pericolo festeggia il compleanno di '7 miliardi': 'Mi mette più ansia fare la spesa in un posto pieno che fare un concerto in un posto pieno'

Come spesso accade nelle interviste che concede, tanto alla stampa di settore quanto a quella generalista, il messaggio di Massimo Pericolo, nonostante la circostanza 'celebrativa', è stato contraddistinto da un tono agrodolce, queste le sue parole:

"Un anno fa usciva 'Sette Miliardi', io sono diventato famoso, ma i miei amici fumano ancora l'eroina.

Oppure hanno un lavoro di me..., una famiglia fot..... oppure tutte queste cose insieme. Ormai mi mette più ansia andare a fare la spesa in un posto pieno che fare un concerto in un posto pieno. Ma sono felice di quello che faccio e ringrazio chiunque abbia contribuito o collaborato a questo. Vi voglio bene".

Massimo Pericolo e la capacità di arrivare

Nel corso di questo primo anno di popolarità, Massimo Pericolo ha rilasciato tantissime interviste, spesso e volentieri anche a giornali o canali di informazione che poco hanno a che spartire con il mondo del rap, probabilmente incuriositi dal suo tortuoso percorso di vita, segnato da un passato di estrema povertà, problemi di depressione ed un periodo di quasi due anni passato tra carcere ed arresti domiciliari, in seguito ad una condanna per spaccio.

Tutte esperienze che Vane è riuscito però brillantemente a convogliare nella sua musica, in maniera spontanea, onesta e credibile. Con ogni probabilità è stata proprio questa la chiave del suo successo, che in questo momento sembra poggiare su basi più che mai solide.

Segui la pagina Rap
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!