Roger Waters ha portato 'Us + Them' in giro per il mondo durante la stagione 2017-2018. 156 concerti e più di due milioni di spettatori. Grande contenitore che ha incorporato un'ampia fetta del repertorio dei Pink Floyd, oltre a quello solista del musicista britannico. Il film ricavato dal tour, presentato nel 2019 in anteprima alla Mostra del Cinema di Venezia è una sintesi di due date e mostra la natura politica e narrativa del progetto. 'Us + Them' infatti non è un semplice greatest hits, ma un grande spettacolo audiovisivo che alle canzoni aggiunge un vero e proprio bombardamento visuale di grande livello tecnologico.

Il film condensa in 90 minuti tutto l'immaginario di Roger Waters, che ha caratterizzato le sue scelte politiche e personali a partire da 'Animals", il noto album dei Pink Floyd.

Tra politica e storia collettiva

I temi di 'Us + Them' sono quelli cari al musicista britannico e che hanno attraversato i suoi numerosi concept album: la futilità della guerra, l'alienazione giovanile, l'avidità del capitalismo, fino alle posizioni molto chiare sul conflitto israelo-palestinese, le stesse che hanno probabilmente causato la sua esclusione dallo scorso Festival di Sanremo. Questo immaginario politico veniva incorporato in uno show di proporzioni spettacolari, sia dal punto di vista della dimensione scenica che di quella illuminotecnica.

Nelle versioni "outdoor" di 'Us+Them', Waters era immerso in uno scenario virtuale che prolungava quello fisico delle grandi arene, con proiezioni magniloquenti e un sistema laser messo a punto dalla TAIT Towers. Tra i momenti più belli è necessario ricordare l'improvvisa emersione della Battersea Power Station di Londra e tutto l'immaginario grafico dei Pink Floyd concretizzato davanti agli occhi degli spettatori, tra effetti luminosi, grandi proiezioni e oggetti volanti.

Il titolo del tour e del film proviene direttamente da "Us and Them", il brano dei Pink Floyd tratto dal celebratissimo 'The wall'. La congiunzione logica 'and' viene sostituita con il segno '+' per sottolineare la necessità di un'azione collettiva necessaria per operare un cambiamento a livello globale.

Il Blu Ray e il noleggio on demand

Dopo il cofanetto di inediti dei Pink Floyd, registrati a partire dal 1987, 'Us + Them' è una delle uscite più attese dai fan della band e di Waters. Diretto dallo stesso Roger Waters insieme al regista Sean Evans, il film cerca di far rivivere le emozioni sensoriali del tour, con un'attenzione specifica al comparto audio, studiato appositamente per ricreare la stessa atmosfera immersiva dei concerti. Due le tappe registrate che lo costituiscono, la prima filmata ad Amsterdam, la seconda nel Regno Unito. Rispetto alla versione destinata alle sale e presentata in anteprima allo scorso Festival di Venezia, il film viene proposto con l'aggiunta di contenuti speciali esclusivi per le versioni pubblicate su supporti Blu Ray e DVD.

Tra questi le esecuzioni di Confortably numb, brano storico dei Pink Floyd tratto da 'The Wall' e Smell the roses, singolo tratto dall'ultimo lavoro solista di Waters, selezioni che erano state escluse dal montaggio definitivo. A fleeting glimpse è invece una breve featurette costruita come un documentario, che mostra i dietro le quinte del tour. 'Us + Them' oltre alle versioni su supporto fisico, può essere noleggiato on demand sulle principali piattaforme digitali, mentre per gli audiofili, Sony Music rende disponibili anche le versioni doppio cd e vinile triplo. Tutte le versioni di 'Us + Them' saranno disponibili a partire dal prossimo 2 ottobre 2020.

Segui la pagina Cinema
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!