Alcune dichiarazioni di Marco Mazzoli, a dir poco critiche nei confronti di Sfera Ebbasta, Side Baby e più in generale di tutta la scena trap italiana, stanno suscitando significativa attenzione mediatica, soprattutto tra gli appassionati di Rap, sparsi ormai in ogni angolo del paese.

Mazzoli su Side: 'Questo qui tra un po' dovrà trovarsi un lavoro vero, dove va con i tatuaggi in faccia?'

Lo storico conduttore del programma radiofonico 'Lo Zoo di 105' non ha usato mezzi termini, stroncando la trap italiana a livello generale, ma anche e soprattutto criticando Side Baby e catalogando la produzione artistica di Sfera Ebbasta come un qualcosa che, secondo il punto di vista di Mazzoli, non dovrebbe neanche essere definito musica.

"Per me la musica trap è una bruttissima copia di un genere musicale che viene dagli Stati Uniti – ha spiegato Mazzoli – ma non fa parte della nostra cultura, secondo me ognuno deve fare il suo. Poi questo atteggiamento, questi tatuaggi. Io ho pubblicato l'altro giorno il video di uno della Dark Polo Gang (Mazzoli i riferisce a un video girato da Side Baby, ex membro della Dark Polo Gang, diventato virale nelle scorse settimane, ndr) tutto ubriaco che deve fare il figo buttandosi in piscina, con una panza così. Questo qui tra un po' dovrà trovarsi un lavoro vero, ma dove vai con i ca... disegnati in faccia? Nel video dice che sta pensando al suo fisico, ma quale fisico che ha una panza così?

Era fatto come un cane, con una panza così. Ma andatevene a quel paese, voi e la vostra trap".

Le osservazioni di Mazzoli sullo stato psicofisico dell'ex membro della Dark Polo Gang al momento del video sono frutto di sue deduzioni, non suffragate da alcuna informazione ufficiale o prova concreta.

Mazzoli: 'Sfera Ebbasta non fa musica'

Mazzoli ha poi proseguito sottolineando come, secondo il suo pensiero, in Italia sia pieno di giovani artisti validi, citando i 'The Giornalisti'. Il popolare speaker di Radio 105, da anni residente negli Stati Uniti, ha poi contestato esplicitamente i contenuti dei testi di Sfera Ebbasta, criticandone il materialismo e sottolineando come la musica del Trap King di Cinisello Balsamo sarebbe da intendere, sempre secondo la sua visione, come una "brutta copia dei neri americani".

"Per rappresentare la musica italiana – ha esordito Mazzoli – ci vogliono delle persone che realmente sappiano fare la musica italiana. [..] Abbiamo avuto degli artisti italiani incredibili, da Mogol a Vasco Rossi, ma ci sono anche tanti giovani bravissimi, tipo i The Giornalisti, che fanno bella musica. Sfera Ebbasta a mio avviso non fa musica, è solo una brutta copia dei neri americani. Per me la musica è poesia. Se devo avere un artista in trasmissione in radio voglio un artista vero. Ritengo che la musica sia poesia, sentire uno che parla di guadagnare tanti soldi facilmente, che si vanta di aver comprato una macchina di lusso, e mio padre c'ha quello, eccetera.

Ma vai a ca...e, tu e il tuo genere musicale di me..."

La replica di Sfera Ebbasta a Mazzoli: 'Mi sentirei un fallito a dover parlare male degli altri'

Non si è fatta attendere la risposta di Sfera Ebbasta. L'artista cresciuto tra Sesto San Giovanni e Cinisello Balsamo ha replicato senza fare il nome del suo detrattore, queste le sue parole: "Non parlo male di colleghi o addetti ai lavori. Non ho alcun problema a dire quello che penso, ma non ho tempo da perdere in cose così futili. Quando mi segnalate questi contenuti di personaggi tristi che credono di avere il diritto di giudicarmi, o di giudicare la mia musica, posso solo farmi una risata. Mi sentirei un fallito se la mia unica possibilità per suscitare attenzione fosse parlare male di altri.

Io dico grazie a quelli che mi sostengono e supportano, è tutto quello di cui ho bisogno".

Segui la pagina Rap
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!