Ormai da diversi anni la spada di Damocle del Financial Fair Play (FFP) pende sulla Roma, che negli anni è stata costretta a cedere big come Lamela, Benatia, Marquinos, Pjanic e Rudiger. Anche quest'anno le incombenze finanziarie spingono Pallotta a considerare eventuali cessioni importanti. Il rumour più caldo dell'attuale mercato di riparazione [VIDEO] è quello che riguarda Radja #Nainggolan, in bilico tra la permanenza a Roma e il trasferimento al Guangzhou Evergrande in Cina.

Le ragioni del sì

Fabio Cannavaro, allenatore del Guangzhou, ha chiamato personalmente il belga dimostrandogli fiducia, ed il club del presidente Liu Jong Zhuo ha aumentato l'offerta da 40 a 50 milioni di euro, attraverso la formula del prestito oneroso e pagamento dilazionato.

In questo #Calciomercato alla Roma farebbe comodo rimpinguare le proprie casse e capitalizzare il valore del giocatore, che a maggio compirà 30 anni, alla luce soprattutto dei recenti fatti di Capodanno (alcol, fumo e bestemmie), che gli sono costati una multa di oltre 100.000 euro e l'esclusione in campionato contro l'Atalanta (provvedimento acuito dalla sconfitta interna subita dai giallorossi proprio in quel match). Radja quest'anno ha patito l'integralismo tattico di Eusebio Di Francesco, il quale lo ha relegato in una posizione assai meno proficua rispetto a quella di trequartista, con cui ha vissuto i fasti personali e collettivi della Roma 2016/17 targata Spalletti.

Perchè no

Nainggolan ha rinnovato il suo contratto in estate e lo stesso Di Francesco ha tenuto a chiarire la provvisorietà della punizione e del suo momento negativo (vedremo però come si comporterà in vista dell'impegno di domenica sera a San Siro proprio contro l'Inter di Spalletti [VIDEO]).

Inoltre, a causa delle passate spese folli nella Super League, la Federcalcio cinese ha discusso l'introduzione di un Salary cap e un limite agli stranieri schierabili in campo (da qui anche i recenti ritorni in Europa di Paulinho e Tevez). Ciò potrebbe porre dei paletti o rimandare a giugno l'eventuale cessione di Nainggolan, il cui rendimento in campo durante i 4 anni in giallorosso è sempre stato alto nonostante i problemi comportamentali. La fama di assoluto trascinatore gli è valsa tra l'altro la stima di top managers come Conte e Mourinho. Perciò la #ASRoma avrebbe non pochi problemi a reperire nel mercato di gennaio un sostituto all'altezza, dato che Kevin Strootman e Lorenzo Pellegrini, seppur in crescita, adesso non possono garantire lo stesso apporto.

Dunque vedremo quale sarà la scelta di Nainggolan e gli immediati sviluppi. Intanto godetevi un video con le sue prodezze in maglia giallorossa!