Il Ministero della Salute, nell'opuscolo consultabile online "previeni la proliferazione" suggerisce alcuni accorgimenti per ridurre la presenza delle zanzare nell'ambiente, tra cui l'eliminazione dei ristagni di acqua. Utili anche i rimedi della nonna e le piante aromatiche da coltivare in balcone e giardino per un effetto repellente, in primis la Lavanda e la Citronella. Come sappiamo, non c'è estate senza zanzare.

Pubblicità
Pubblicità

Sarà capitato a chiunque, in questo periodo, di passare una notte insonne tra il caldo ed il ronzio molesto e minaccioso di questi insetti, per non parlare dell'insopportabile prurito provocato dalla loro puntura capace di rovinare una splendida cena all'aperto o una passeggiata in giardino. Forse non riusciremo mai a sottrarci del tutto alla loro insaziabile voracità (alcune persone esercitano una vera attrazione fatale nei confronti delle zanzare), ma alcuni accorgimenti e Rimedi Naturali dall'effetto repellente possono fare molto per allontanarle.

Pubblicità

I rimedi fai-da-te contro le zanzare suggeriti dal Ministero della Salute

Il ciclo vitale delle zanzare prevede la deposizione delle uova da parte della femmina (solo le femmine pungono e succhiano il sangue, nutrimento per le loro uova) e lo sviluppo da larva ad insetto adulto in acqua. Dunque è chiaro che una prima operazione da fare per ridurre al minimo la popolazione di questi insetti sarà quella di tenere pulito giardino e balcone: l'erba alta e fitta trattiene molta umidità e fornisce un habitat ideale per le zanzare.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Salute

Essenziale eliminare anche i ristagni nei sottovasi, grondaie, annaffiatoi, oltre a cambiare spesso l'acqua nella ciotola dei nostri animali domestici. Il Ministero della Salute suggerisce inoltre di utilizzare periodicamente, da aprile a novembre, ove non sia possibile operare diversamente come nei pozzetti stradali, nelle caditoie, nei tombini e simili, dei larvicidi chimici.

Rimedi della nonna per allontanare le zanzare

Questi rimedi sono piuttosto empirici e non verificati scientificamente, tuttavia fanno parte della tradizione popolare e vale la pena tentare di valutarne l'efficacia.

Un rimedio larvicida del tutto naturale sono i fondi di caffè. Questi devono essere raccolti e conservati in un contenitore aperto per circa una settimana, dopodiché andranno cosparsi in corrispondenza delle zone di terreno in cui tendono a concentrarsi umidità e ristagni d'acqua. Un altro rimedio della nonna per rendere l'acqua meno interessante per zanzare è il rame: basterà immergere qualche moneta da 1 o 2 cent, per sprigionare degli ioni attivi che in teoria impedirebbero alle zanzare di deporre le loro uova.

Pubblicità

L'uso del ventilatore, sia in casa, che all'aperto, può risultare molto utile per allontanare le zanzare per due motivi: l'aria mossa dall'apparecchio rende più difficoltoso il volo di questi insetti e disperde l'anidride carbonica prodotta dai nostri corpi, dai cui le zanzare vengono attratte.

Piante aromatiche dall'effetto repellente

Le essenze prodotte da alcune specie vegetali risultano molto sgradite alle odiatissime zanzare.

Pubblicità

Sebbene anche in questo caso, non vi sia nulla di scientificamente provato, è utile tenere alcune di queste piante in giardino e balcone o di sfregare alcune delle loro foglie sulla nostra pelle per ottenere un effetto repellente:

  • Basilico: il re delle piante aromatiche in cucina, dal gusto mediterraneo, può essere posizionato su finestre, uscio di casa ed aree esterne in cui intendiamo rilassarci senza il fastidio di mosche e zanzare. L'olio essenziale di basilico può essere impiegato per preparare un efficace spray repellente: porre in 85 ml di acqua distillata, 15 ml di alcool, 20 gocce di o.e. di basilico, 10 di o.e. di lavanda, infine agitare il tutto.
  • Lavanda: il profumo inconfondibile di questa pianta aromatica è in grado di allontanare non solo le zanzare, ma anche mosche, falene, pulci ed altri insetti indesiderati. Coltiviamo la lavanda in giardino e balcone o leghiamo alcuni mazzetti degli splendidi fiori lilla in punti strategici per rendere l'ambiente più profumato ed accogliente, nonché insopportabile per gli insetti parassiti;
  • Citronella: tutti noi conosciamo le candele repellenti da giardino a base di essenza di citronella, ma anche la pianta dall'aspetto elegante e le aromatiche foglie lunghe e strette, utilizzabili in cucina, è un perfetto anti-zanzare. Inseriamola tra i nostri spazi verdi per rendere l'ambiente ostile agli insetti molesti;
  • Menta: la sua essenza fresca e caratteristica è mal gradita alle zanzare. Coltiviamola in vaso e poniamola in punti strategici dove andrà a diffondere il suo aroma repellente;
  • Rosmarino: oltre che aggiungere sapore ai nostri piatti in cucina, il rosmarino tiene lontani zanzare ed altri insetti parassiti. Può essere coltivata sia in vaso che in giardino in piena terra;
  • Geranio: questa pianta da fiore ha da sempre un posto d'onore su balconi e giardini. La specie più indicata per lo scopo repellente è il Pelargonium odoratissimum, con foglie dall'odore particolarmente intenso, ma anche le altre specie, sebbene più debolmente, agiscono contro le zanzare. Anche in questo caso avremo cura di porre le piante nelle aree esterne da noi più frequentate e davanti ingressi e finestre per proteggerci dalle zanzare.
Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto